Come cucinare a induzione

Guida Guida

La cucina a induzione è un'ottima alternativa per cucinare rapidamente e consumare meno energia.

La cottura a induzione è un'innovazione che si è diffusa negli ultimi anni, sfruttando un principio scientifico, cioè quello dell'induzione elettromagnetica, che è in grado di generare calore.

Questo principio è stato sviluppato e applicato nei piani cottura delle cucine, ottenendo dei piani cottura innovativi sia nell'aspetto estetico –piani in vetro-ceramica– sia dal punto di vista funzionale. –cottura ultra rapida in assenza di fiamma.

Come funziona 

Il piano cottura a induzione è costituito da una piastra magnetica che a contatto con un elemento metallico è in grado di generare una corrente, che a sua volta si trasforma in calore, attraversando il corpo metallico in senso circolare.

Per ottenere questo risultato occorrono materiali specifici con determinate caratteristiche: il vetro ceramica, che è un ottimo conduttore, il metallo ferroso che è in grado di innescare il processo elettromagnetico e diffondere il calore e l'allaccio alla rete elettrica (corrente alternata).

  • Dal punto di vista pratico un piano cottura a induzione non ha fiamme, non deve essere acceso e riscaldato, come accade nei fornelli a gas o nelle piastre elettriche, ma si attiva soltanto quando sul piano viene appoggiata una pentola o una padella in grado di attivare l'induzione.
  • La cottura avviene all'interno della pentola in tempi molto ridotti perchè il calore è immediatamente disponibile e diffuso su tutta la superficie

E' per questo motivo che per cucinare a induzione occorre un pentolame specifico.

Durante la cottura l'unico punto del piano che viene attivato è quello su cui è poggiata la pentola. Il piano in vetro ceramica non assorbe calore e dunque rimane freddo.

I vantaggi di questo tipo di cottura sono diversi:

  • tempi di cottura ridotti di circa la metà rispetto a un fornello tradizionale
  • miglior distribuzione del calore nei cibi e cottura più uniforme
  • facile pulizia del piano
  • assenza di fiamme o piastre incandescenti
  • non si rischia di scottarsi
  • la cottura si interrompe immediatamente semplicemente spostando la pentola dal piano
  • se in casa si ha un allaccio ad energia solare o alternativa, il piano a induzione ha costi di funzionamento ridotti a zero

Quello che occorre considerare, se scegliamo una cucina a induzione è

  • un costo iniziale abbastanza elevato per l'acquisto del piano cottura
  • la necessità di acquistare pentolame specifico
  • la necessità di modificare le abitudini di cucina, imparando tempi e modalità della cucina a induzione
  • il consumo elettrico

Negli ultimi anni sono state prodotte anche piastre a induzione singole, in vendita nella maggior parte dei negozi di elettrodomestici, che hanno un costo decisamente abbordabile e che possono essere utili per iniziare a sperimentare in casa la cottura a induzione.

photo credit: farlukar via photopin cc

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI