Come mantenere la sicurezza degli alimenti in cucina

Guida Guida

Un'alimentazione sana passa anche attraverso una corretta manipolazione e conservazione degli alimenti. Impariamo qualche buona abitudine.

Sicurezza in cucina significa maneggiare e conservare gli alimenti in modo corretto e significa anche seguire alcune regole fondamentali per evitare la formazione e la diffusione di batteri.

Per mangiare in modo sano è importante trattare gli alimenti in modo corretto

Il rischio più alto negli alimenti infatti è rappresentato dai batteri, che possono moltiplicarsi e proliferare molto velocemente. A seconda dei casi possiamo incorrere in conseguenze anche gravi, consumando cibi deteriorati o contaminati. Dunque per mantenere la sicurezza innanzitutto:

  • Facciamo attenzione quando manipoliamo gli alimenti
  • Conserviamoli in maniera adeguata
  • Manteniamo un alto livello di igiene nell'ambiente della cucina

Gli alimenti più rischiosi dal punto di vista della sicurezza, sono gli alimenti crudi, come carne e pesce ma anche quelli già cotti e quelli scongelati. Gli alimenti possono contaminarsi l'uno con l'altro all'interno del frigo. 

Ecco alcune regole fondamentali da seguire:

  • Prima di maneggiare gli alimenti lavate sempre bene le mani. Anche tra un alimento e l'altro. Dopo aver sistemato la carne lavate le mani prima di toccare i formaggi e così via.
  • Tutti gli alimenti freschi vanno conservati in frigo chiusi in appositi contenitori separati.
  • Le verdure e la frutta acquistate al mercato si possono conservare in frigo nell'apposito cassetto, avvolte in una busta di carta pulita, oppure in sacchetti di plastica microforati, mentre vanno tolte dalle buste di plastica con cui le portiamo a casa. Se le acquistiamo in vaschetta confezionata dal supermercato, possiamo conservarle  nella loro vaschetta ma ben chiuse con la pellicola.
  • La frutta tagliata va chiusa con la pellicola o in un contenitore.
  • La carne e il pesce devono essere sempre conservati ben chiusi in apposito contenitore e consumati entro 2-3 giorni. Se li congelate abbiate cura di avvolgerli accuratamente negli appositi sacchetti, di eliminare tutta l'aria e di apporre l'etichetta con la data.
  • Gli alimenti surgelati devono essere scongelati in frigo e non all'esterno perchè la proliferazione batterica ricomincia molto rapidamente quando togliamo i cibi dal congelatore.
  • Una volta scongelati vanno consumati entro 24 ore dallo scongelamento. Non potete ricongelare un alimento scongelato ma potete invece congelare quell'alimento se lo avete cotto. Un cibo scongelato che non consumate entro 24 ore deve essere buttato.
  • Il frigorifero va mantenuto sempre molto pulito. Lavatelo con acqua e aceto sia all'interno che all'esterno e apritelo il meno possibile in modo che la temperatura sia stabile. Eliminate subito dal frigo alimenti che formano muffe e pulite il frigo.
  • In caso di mancanza di energia elettrica prolungata è consigliabile cuocere tutti gli alimenti presenti nel congelatore.

Quando preparate i pasti in anticipo conservateli in frigo. Fate raffreddare per 20-30 minuti poi conservateli in frigo sempre ben coperti e riscaldateli al momento di consumarli.

  • Mantenete ben puliti tutti gli utensili, taglieri, piani e contenitori.
  • Lavate bene il tagliere sul quale avete appoggiato carne e pesce prima di utilizzarlo per altri alimenti.
  • Sanificate stracci e spugnette. Per un igiene migliore utilizzate un rotolo di carta tipo scottex per asciugare le stoviglie e i piani.
  • Fate attenzione e lavate spesso anche scope, raccoglitori e altri eventuali accessori di pulizia che tenete nella cucina.

photo credit: litlnemo via photopin cc

Prodotti in busta

I prodotti in busta come le verdure e le insalate dovrebbero essere sicuri ma, una volta a casa, è sempre meglio sciacquarli o scottarli qualche minuto in acqua bollente, prima di consumarli. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI