Come scongelare correttamente i cibi

Scongelare correttamente i cibi è importante quanto la congelazione perché lo scongelamento è una fase delicata sia per la consistenza degli alimenti che per la salute.

Come scongelare correttamente i cibi

Scongelare correttamente i cibi è una fase importante quanto quella della congelazione.

Dal momento che iniziamo a scongelare un alimento, ricomincia subito il processo di deperimento che abbiamo rallentato con la congelazione.

Sì perché, come abbiamo visto, congelare un alimento significa solo rallentare il processo di proliferazione batterica naturale, ma non annullarlo.

Quando tiriamo fuori dal congelatore un alimento questo processo ricomincia e in modo rapido.

Scongelare correttamente un alimento significa perciò garantire la sua qualità per la nostra salute.

Ma c’è anche un altro aspetto da considerare, ovvero la consistenza.  Un alimento fresco subisce un primo deperimento quando viene surgelato.

Nella fase dello scongelamento, per limitare altri danni, per il gusto e la consistenza,  dobbiamo seguire alcune attenzioni.

Scongelare correttamente preserva gusto e salute

Scongelare carne e pesce

Carne e pesce vanno scongelati sempre in frigo oppure nel microonde.

Non si devono scongelare a temperatura ambiente.

Sono alimenti che vanno scongelati o portati a cottura, nel tempo piu’ rapido possibile , se vogliamo evitare di mangiare un alimento pieno di batteri.

Se non abbiamo tempo, possiamo cuocere direttamente senza scongelare.

Scongelare la Verdura

La verdura non ha bisogno di essere scongelata per essere cotta, anzi nella maggior parte dei casi è bene cuocerla ancora surgelata, in modo da preservare un danno tipico del ghiaccio, ovvero la perdita di consistenza che rende le verdure molli e scure.

Scongelare la frutta

La frutta soffre abbastanza nel congelamento, perché il ghiaccio tende a rendere molli i frutti, dunque è consigliabile consumarla senza arrivare al completo scongelamento. La frutta congelata è piu’ adatta ad essere usata per preparare torte, dessert, frullati, etc. piuttosto che al naturale. Anche la frutta va scongelata comunque in frigo e non a temperatura ambiente.

Scongelare formaggi e altri cibi

Valgono le stesse indicazioni che abbiamo appena indicato. I formaggi duri ovviamente resistono meglio al congelamento, mentre la mozzarella, che ha un alto contenuto di acqua tende a diventare molto molle dopo lo scongelamento. Scongeliamo in frigo e consumiamola preferibilmente dopo cottura.

Scongelare il pane

Valgono le stesse indicazioni. Scongelare in frigo o nel microonde

Raccomandazioni

  • Gli alimenti surgelati non devono mai essere ricongelati
  • Gli alimenti scongelati devono essere consumati entro le 24 ore dallo scongelamento
  • Gli alimenti freschi scongelati possono essere cotti e conservati, anche se la loro qualità per il gusto e per la qualità nutrizionale che  è notevolmente piu’ scarsa di un cibo fresco.
  • Il gelato non deve essere conservato. Quando  portiamo a casa un gelato artigianale acquistato dalla gelateria dobbiamo consumarlo tutto e non congelarlo perché si riempie di batteri.

Il gelatoacquistato al supermercato nel banco surgelati può essere conservato nel congelatore se il tempo per portarlo a casa è brevissimo e non si è scongelato nel tragitto.

Il gelato è un alimento molto rischioso per la carica batterica ed è tra i piu’ delicati per la cosiddetta catena del freddo, che non deve essere interrotta per nessun alimento, se vogliamo mangiare cibi sani.

  • Se in casa va via la corrente per lungo tempo, verifichiamo i cibi che abbiamo nel congelatore. Se hanno iniziato la fase di scongelamento consumiamoli subito oppure buttiamo senza indugio.
Mangiare o intossicarsi ?

Consumare un alimento scongelato e ricongelato può essere causa di intossicazione alimentare anche molto seria

Ti potrebbero interessare...
Facebook page
Twitter
Google+ page
Pinterest
Instagram