Zeppole di San Giuseppe: arriva la festa del papà!

Guida Guida

Deliziose frittelle riempite con crema pasticcera e guarnite con amarene sciroppate: ecco come si preparano le zeppole di San Giuseppe.

  • DifficoltàDifficoltà: media
  • CostoCosto: basso
  • CategoriaCategoria: Dolci
  • CucinaCucina: napoletana
  • PorzioniPorzioni: 10-12
  • CotturaCottura: fritto
  • Tempo totaleTempo totale: 60 min

Le zeppole di San Giuseppe sono un dolce napoletano che viene solitamente preparato per la festa del papà, che cade il 19 marzo.

A seconda dei luoghi in cui vengono preparate esistono più versioni di questa delizia di pasticceria, sulla cui nascita circolano diverse storie. Sembra addirittura che le zeppole di San Giuseppe affondino le proprie radici in epoca romana. Secondo la leggenda, dopo la fuga dall’Egitto con Maria e Gesù, San Giuseppe dovette vendere frittelle per mantenere la famiglia e proprio da qui sarebbe nato il nome del dolce.

Le zeppole di San Giuseppe sono realizzate con un impasto a base di farina zucchero, uova e burro. A Napoli ne esistono due versioni: fritte o al forno.

In entrambi i casi hanno forma circolare con un foro al centro e sono farcite con una voluttuosa crema pasticcera con sopra amarene sciroppate. Vengono servite con una spolverata di zucchero a velo.

In questa ricetta le proponiamo fritte in abbondante olio di semi.

 

Ingredienti:
  • 300 grammi di farina
  • 6 uova
  • 50 grammi di burro
  • mezzo litro di acqua
  • zucchero a velo
  • sale q.b.
  • 16 amarene sciroppate
  • olio di semi

Per la crema pasticcera

  • 2 uova
  • 50 cl di latte
  • 100 grammi di zucchero

Procedimento:

Versate in una casseruola l’acqua, il burro e un pizzico di sale

  • Accendete il fuoco a fiamma media mescolando con un cucchiaio di legno
  • Quando il composto inizierà a bollire, spegnete il fuoco e aggiungete la farina setacciata
  • Rimettete la casseruola sul fuoco e continuate a mescolare, prima con una frusta, poi con il cucchiaio, finché non avrete ottenuto una palla che si stacca dalle pareti della pentola
  • Spegnete il fuoco e aggiungete le 6 uova, uno alla volta, mescolando sempre con vigore ed eventualmente utilizzando la frusta elettrica, finché il composto sarà omogeneo
  • Versate l’impasto in una ciotola e lasciatelo riposare per 20-25 minuti.
  • Preparate ora la crema pasticcera lavorando in un recipiente lo zucchero con 2 tuorli d’uovo, fino a ottenere un composto chiaro e spumoso
  • Aggiungete la farina setacciata, il latte e la scorza di limone
  • Ponete il pentolino sul fuoco medio e lasciate addensare la crema continuando a mescolare con un cucchiaio di legno, senza portarla a ebollizione
  • Togliere le bucce di limone e lasciar raffreddare
  • Passate a questo punto alla frittura delle zeppole: riempire di olio di semi un pentolino con i bordi alti. Le zeppole dovranno essere immerse completamente nell’olio per gonfiarsi alla perfezione
  • Trasferite la pasta delle zeppole in una sac-à -poche con bocchetta stellata
  • Tagliate dei quadrati di carta forno con lato di circa 8 centimetri e formate su ognuno di essi, con la sac-à-poche, una ciambella di circa 5 centimetri di diametro
  • Fate scivolare le zeppole attaccate alla carta forno nel pentolino. La carta si staccherà immediatamente e potrete toglierla con una pinza da cucina
  • Le zeppole devono cuocere non più di una o due alla volta, nell’olio ben caldo ma non fumante (la temperatura ideale è tra i 160 e i 170 gradi)
  • Friggetele dolcemente, girandole più volte per farle gonfiare e dorare in modo uniforme
  • Toglietele dal pentolino con una schiumarola e lasciatele raffreddare
  • Cospargetele di zucchero a velo e ponete al centro, con una sac-à-poche, la crema pasticcera
  • Guarnite con un’amarena sciroppata sulla sommità della crema e servite.

Foto: angelo chiariello - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI