Come depurare l’aria di casa con le piante d’appartamento

Guida Guida

Lo sapevi che alcune piante d’appartamento sono in grado di depurare l’aria degli ambienti domestici? Scopri come migliorare la qualità dell'aria con le piante.

Le piante d’appartamento come alcune specie tropicali e le cactacee, oltre a dare un tocco esotico all’arredamento, possono anche migliorare la qualità dell’aria che respiriamo limitando l'inquinamento domestico.

Si sa che le piante attraverso la fotosintesi clorofilliana assorbono anidride carbonica rilasciando ossigeno ma da recenti studi si è addirittura scoperto che alcune specie, grazie a degli enzimi detti metilotrofi, sono in grado di neutralizzare le sostanze organiche volatili responsabili di gran parte dell’inquinamento delle nostre case.

Entrando più nello specifico vediamo quali sono le piante che sono più indicate rispetto ad altre per purificare l’aria di casa.

  • Aglaonema: pianta in grado di crescere anche in condizioni di scarsa luminosità, capace di filtrare diversi inquinanti atmosferici dell’aria.
  • Aloe: pianta succulenta dalle foglie carnose, si rivela ottima per combattere formaldeide presente nel compensato e benzene va posizionata in una zona della casa ben illuminata come ad esempio vicino ad una finestra della cucina.
  • Azalea: ottima per combattere la formaldeide presente nel compensato e nelle schiume isolanti. La sua capacità filtrante diventa maggiore se viene esposta in un luogo fresco, ma sempre ben illuminato.
  • Crisantemo: fiore capace di filtrare il benzene, presente in vernici, plastiche e detersivi.
  • Dracena: ottima per combattere gli agenti inquinanti contenuti in oli e vernici come lo xilene, il tricloroetilene e la formaldeide.
  • Edera: ideale contro la formaldeide contenuta in molti prodotti per la pulizia della casa.
  • Falangio: è una pianta molto resistente, facile da curare ed è in grado di filtrare benzene, ossido di carbonio, formaldeide e xilene
  • Ficus: pianta capace di filtrare molti agenti inquinanti come la formaldeide, presente nei tappeti e nei mobili di casa, ma anche il tricloroetilene ed il benzene.
  • Filodendro: pianta rampicante tossica se ingerita, quindi da tenere lontana d alla portati di bambini e animali domestici, si rivela invece ottima per filtrare sostanze inquinanti volatili come la formaldeide.
  • Gerbera: fiore in grado di rimuovere la trielina, usata per lavare a secco alcuni capi d’abbigliamento.
  • Palma di bamboo: capace di filtrare benzene, tricloroetilene e formaldeide.
  • Pothos: pianta molto robusta in grado di crescere anche con scarsa luce, anch’essa è particolamente efficace nel filtrare la formaldeide.
  • Sansevieria: meglio conosciuta come “lingua di suocera”, è una pianta capace di neutralizzare la formaldeide presente nei prodotti per la pulizia e l’igiene personale e addirittura anche nella carta igienica.
  • Spatifillo: è un giglio che ama la penombra ed una annaffiatura regolare, si rivela ottimo contro benzene, formaldeide, tricloroetilene ma anche contro toluene e xilene.

Come vedi hai l’imbarazzo della scelta, la natura ti mette a disposizione molti tipi di piante d’appartamento utili per ridimensionare l’inquinamento presente nelle nostre case, basta solo decidersi.

 photo Ficus via photopin.com

Occhio alla temperatura

Evita di sottoporre le piante a bruschi cambiamenti di temperatura provocati da finestre e porte aperte in inverno o la vicinanza di fonti di calore come i termosifoni.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI