Come contrastare i parassiti domestici con rimedi naturali

Guida Guida

Scopriamo come risolvere il fastidioso problema dei parassiti domestici senza ricorrere a insetticidi contenenti sostanze tossiche.  

Formiche, zanzare e altri insetti che s’intrufolano in casa sono una realtà comune con cui fare i conti: occorre però affrontare il problema in modo rispettoso della propria salute e dell’ambiente non affidandosi cioè a insetticidi contenti sostanze nocive bensì a metodi naturali.

Innanzitutto per ridurre la presenza di parassiti domestici cerca di conservare gli alimenti in recipienti a chiusura ermetica e mantieni la dispensa e la cucina ben pulite, evitando di spargere briciole dovunque

Per tenere poi lontane le formiche tieni dei vasetti di menta in casa o sul balcone e se vedi delle file di formiche attraversare la casa spargi per terra del bicarbonato di sodio o del peperoncino in polvere.

Per allontanare invece le blatte prepara un composto di zucchero a velo e soda oppure di zucchero a velo e borace, disponendolo lungo le loro piste.

Per tenere lontane le mosche brucia in un diffusore essenza di limone o di pompelmo perché detestano l’aroma di agrumi, in alternativa puoi appendere nel locale, vicino a porte e finestre, dei sacchetti di mussola contenenti chiodi di garofano ed eucalipto oppure alloro.

Contro le tarme invece di usare le comuni palline di naftalina, una sostanza molto tossica derivata da petrolio, usa sacchetti di mussola contenenti fiori essiccati di lavanda, foglie di menta e rosmarino, tabacco, pepe in grani o trucioli di legno di cedro.

Per proteggerti dalle punture di zanzare puoi strofinarti la pelle con un batuffolo intriso di aceto e se temi di lasciare un odore sgradevole aggiungi all’aceto qualche goccia di essenza di citronella o menta piperita.

Puoi poi spruzzare sui tuoi abiti anche un’essenza preparata con 3 o 4 gocce di citronella o menta,  diluita in 30 ml di olio di semi di girasole o olio di mandorle.

Foto © Maridav - Fotolia.com

Tarme infestanti

Se sospetti infestazioni di tarme metti l’indumento sotto attacco in un congelatore per almeno 48 ore, protetto da un sacchetto di plastica ben chiuso e a cui hai tolto l’aria. Poi scuoti il capo all’aria aperta e lascialo per un po’ al sole.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI