Come creare un Comitato di cittadini in difesa dell’ambiente

Guida Guida

Creare un Comitato di cittadini in difesa dell’ambiente è solo uno dei vari modi che hai a disposizione per proteggere il territorio in cui vivi dall’assalto del cemento. 

Se sei seriamente preoccupato per come il territorio in cui vivi è costantemente assalito dalla cementificazione o se nella tua città c’è un progetto edilizio che temi possa comportare gravi danni all’ambiente hai una possibilità molto concreta di far sentire la tua voce creando un comitato di cittadini che la pensano come te.

Il Comitato è una forma di associazione che nasce per rappresentare e tutelare gli interessi collettivi: un diritto ad associarci che è sancito dalla Costituzione.

Dare vita ad un comitato o a un gruppo associato attivo non è complicato e non c’è neppure bisogno di troppa burocrazia o di recarsi da un notaio: basta infatti redigere l’atto costitutivo e lo statuto dove è consigliabile inserire denominazione, sede, scopi, condizioni di ammissione ed esclusione degli associati, doveri dei soci ecc.

E’ poi consigliabile, ma non obbligatorio, trascrivere atto e statuto su carta da bollo e registrare il tutto all’Ufficio del Registro per poter diventare una onlus in modo da avere diritto a fondi e ricevere un maggior riconoscimento nei rapporti istituzionali.

Una volta costituito il comitato, occorrerà iniziare a stabilire i vari ruoli al suo interno, a programmare un calendario di riunioni e iniziative e stabilire contatti con i principali interlocutori e cioè il Comune, la Provincia, la Regione, le Sovrintendenze nonché tutti quei privati, dalle singole persone alle aziende, coinvolte nella questione.

Tra gli atti ufficiali che un Comitato ha a disposizione per far sentire le proprie ragioni vi è innanzitutto l’istanza, cioè l’atto giuridico con cui anche un singolo cittadino può chiedere ad un organo pubblico di avviare un procedimento, e poi c’è l’esposto, ovvero la descrizione scritta di una situazione che deve essere accertata dalle autorità competenti.

Il comitato può poi chiedere udienza, cioè essere ascoltato in seduta pubblica da un Consiglio o da una Commissione (comunale, provinciale e regionale) e può anche indire manifestazioni di piazza o altri eventi pubblici previo preavviso all’autorità di pubblica sicurezza.

Foto © william87 - Fotolia.com 

Rapporti con i Media

Nei rapporti con i mass media sarebbe bene per il comitato scegliere un portavoce che tenga i contatti con i giornalisti.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI