Meno hamburger per salvare il Pianeta

Guida Guida

Secondo un recente studio inglese basterebbe mangiare meno hamburger per ridurre le emissioni di gas serra salvando così il nostro Pianeta. 

Un recente studio condotto dalle Università di Cambridge e di Aberdeen sostiene che il consumo eccessivo di carne, oltre ad essere nocivo per la nostra salute, metterebbe in serio pericolo anche il nostro Pianeta.

Sarebbe sufficiente mangiare meno carne per garantire una riduzione delle emissioni di gas serra responsabili del buco dell’ozono per salvare il nostro Pianeta.

Gli scienziati che hanno condotto lo studio, hanno confermato che basterebbero appena due porzioni di carne rossa alla settimana per garantire al nostro organismo il giusto apporto nutrivo: ciò renderebbe più tollerabile l’impatto che gli allevamenti di bestiame hanno sull’ambiente.

E’ purtroppo risaputo che la costante crescita della popolazione mondiale, e la conseguente domanda di cibo, comporta una progressiva perdita di terreni agricoli che vengono convertiti in aree dedicate alla coltivazione intensiva di prodotti destinati al bestiame le cui emissioni di gas sono responsabili dell’effetto serra.

Se non cambieranno le abitudini alimentari dei paesi occidentali le emissioni legate al settore della produzione alimentare saranno destinate a crescere dell'80%

Continuando di questo passo, entro il 2050 si registrerà una crescita dei terreni agricoli del 42% e un aumento dell’uso di fertilizzanti del 45% che andranno ad aggiungersi alla perdita del 10% delle foreste tropicali vergini.

Pete Smith professore all'Università di Aberdeen e co-autore della ricerca ritiene che senza serie modifiche alle nostre diete alimentari saremo costretti a de-carbonizzare il settore energetico e quello industriale in modo da rimanere all’interno dei previsti bilanci di emissioni ed evitare così gravi cambiamenti climatici.

Foto © karepa - Fotolia.com  

Carne, bestiame e deforestazione

Dal 1960 a oggi, oltre un quarto delle foreste del centro America è stato abbattuto per far posto a pascoli dedicati all’allevamento intensivo di bestiame.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI