Come si differenziano i telefoni cellulari

Guida Guida

Telefoni cellulari: come si smaltiscono e si differenziano?  

I telefoni cellulari sono forse l'oggetto tecnologico che usiamo di più, il più diffuso e a volte abusato. Lo capiamo ripensando alla nostra vita prima della diffusione dei telefoni cellulari, che sembra così lontana e diversa da quella che conduciamo ora.

Una così ampia diffusione dei telefoni cellulari e degli smartphone ha avuto un impatto non indifferente anche sull'ambiente, a causa della produzione di milioni di pezzi ogni anno e del consumo, a volte vicino all'usa-e-getta, che alcuni di noi ne fanno.

Se pensiamo che i telefonini non sono costituiti solo di plastica, ma anche di metalli diversi e di batterie di vario tipo, possiamo capire quale sia il loro effetto sull'ambiente se non accuratamente differenziati.

Quando cambiare il telefonino?

Prima di parlare della raccolta differenziata, occorre però sottolineare che un telefono cellulare dovrebbe durare, salvo imprevisiti, alcuni anni, mentre troppo spesso per moda o perché lo strumento risulta rovinato esternamente il telefonino viene cambiato regolarmente dopo pochi mesi.

Le promozioni sono una tentazione, ma l'eccessivo consumo di qualsiasi cosa diventa un danno per l'ambiente, poiché per produrre ciascun telefono l'impatto in termini di CO2 è pesante. Ecco che la soluzione più semplice per non inquinare con il proprio telefonino è prima di tutto scegliere di cambiarlo quando ne abbiamo davvero bisogno.

Come si differenzia il telefonino?

Quando il momento di cambiare il telefonino arriva davvero, il cellulare non va gettato nella raccolta indifferenziata né nel bidone della plastica, la sua parte esterna non ci deve ingannare.

Il cellulare può essere considerato un rifiuto "pericoloso" nel senso che la batteria è la parte che può danneggiare maggiormente l'ambiente che ci circonda. Quando dismettiamo l'uso di un telefonino, mettiamolo da parte estraendo la sua batteria e gettiamolo solo ed esclusivamente nelle aree di servizio attrezzate per apparecchi tecnologici.

Anche in scuole, centri commerciali e altri spazi pubblici sono stati allestiti piccoli centri di raccolta che serviranno a portare i cellulari in aziende specializzate nella separazione dei vari materiali, nello smaltimento e nel recupero sicuro.

Non improvvisiamoci nella separazione domestica dei vari materiali, poiché ci resterà comunque la batteria, l'elemento che dovrà essere necessariamente gettato tra i rifiuti tecnologici.

 

Smartphone e raccolta differenziata

Le nuove applicazioni per smartphone possono esserci utili per la raccolta differenziata: ovunque noi siamo, possiamo localizzare le piazzole per la raccolta più vicine, quali metodi il Comune ha adottato per lo smaltimento dei rifiuti e farci suggerire dalle istituzioni quando passa la raccolta porta a porta senza saltare un appuntamento.

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI