Come realizzare un olio essenziale di lavanda evitando sprechi

Guida Guida

Creare un olio essenziale alla lavanda fatto in casa, riducendo lo spreco di packaging

Gli oli essenziali possono essere utilizzati per vari scopi: profumare delle preparazioni casalinghe di vario tipo, ad esempio creme e maschere per il viso, arricchire la casa e donarle un profumo fresco, ogni volta diverso, o donarci un po' di relax grazie alle loro diverse e potenti caratteristiche.

Oggi vogliamo offrirvi una breve guida per la realizzazione di un olio essenziale alla lavanda, da tenere per noi o da regalare agli amici più cari.

Fare in casa un olio essenziale significa selezionare con attenzione le materie prime, preparare la dose necessaria di olio per noi senza acquistarlo e perciò utilizzando materiali di recupero per l'infusione e il successivo confezionamento.

Ingredienti per creare un olio essenziale alla lavanda fai-da-te

Per creare l'olio essenziale con il delicato profumo di lavanda ci occorrono i seguenti materiali:

  • un vaso di vetro con tappo ermetico;
  • olio di oliva;
  • alcool a 90°;
  • rametti di lavanda fresca;
  • bottigliette o vasetti per conservare l'olio dopo l'infusione;
  • un panno di cotone;
  • uno scolapasta.

Creare l'olio essenziale fai-da-te è molto facile, ma occorre avere pazienza e attendere i giusti tempi.

Nel vaso di vetro vanno versati in parti uguali olio d'oliva e alcool, nei quali dobbiamo immergere la lavanda, conservandone alcuni rametti per decorare il vasetto singolo dopo la preparazione.

Il vaso con la lavanda in infusione va lasciato al sole per almeno 20 giorni. Insieme, facciamo seccare i rametti di lavanda avanzati, che useremo per decorare i vasetti più piccoli che andremo a regalare.

Trascorsi i giorni di infusione, filtriamo l'olio essenziale servendoci dello scolapasta foderato con il panno di cotone e versiamolo nelle bottigliette da regalare. Arricchiamo la bottiglietta legando attorno al collo un rametto di lavanda lasciato seccare al sole.

L'olio essenziale di lavanda si usa nell'armadio, versandone alcune gocce su un fazzoletto per profumare i vestiti riposti. Si usa anche per arricchire le preparazioni casalinghe per la nostra bellezza, ad esempio creme corpo, creme mani e saponi fatti in casa.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI