Come lavare la lana senza inquinare

Guida Guida

La lana necessita di lavaggi molto delicati, ma è possibile lavarla riducendo gli sprechi al minimo? Scopri come non daneggiare i tuoi capi in lana

La lana è un materiale difficile da lavare senza danneggiare il capo di abbigliamento, ma seguendo qualche piccolo consiglio possiamo lavare i nostri maglioni di lana senza danneggiarli e con tanta attenzione per l'ambiente.

La lana deve essere lavata a mano o in lavatrice con un ciclo a mano, utilizzando solo acqua tiepida e sapone naturale, amico dell'ambiente. Dopo il primo risciacquo dobbiamo aggiungere all'acqua o al lavaggio in lavatrice un bicchierino di aceto.

Lavare la lana senza problemi, anche per l'ambiente

L'aceto è un sostituto valido dell'ammorbidente perché senza tensioattivi elimina il calcare dell'acqua che spesso rovina i vestiti, soprattutto i più delicati. L'aceto fa bene anche alla lavatrice, perché previene l'accumulo di calcare.

Il bicarbonato nell'acqua di lavaggio può ravvivare i colori, ma se non abbiamo questa esigenza evitiamo l'uso di prodotti inutili.

Strizzare i maglioni di lana può rovinarli, perché potrebbero allungarsi e perdere la loro forma originaria: per eliminare l'acqua in eccesso prima di stenderli, avvolgiamoli in un asciugamano.

La lana è un materiale naturale che ora è disponibile anche nella sua variante biologica, più attenta alla natura sia per quel che riguarda la creazione che la colorazione e le successive lavorazioni.

Foto © fineartimaging - Fotolia.com
 

Detersivi

Esistono ottimi detersivi per lana del tutto biodegradabili, ideali per la lavatrice. Anche l'ammorbidente, fino a qualche tempo fa un acerrimo nemico dell'ambiente, ora è disponibile nella versione ecologica.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI