Come funziona il boicottaggio contro i prodotti non eticamente corretti

Guida Guida

Cosa si intende per consumo e acquisto critico fondato sul boicottaggio? Cerchiamo di capire cos’è questo importante strumento di coscienza e di azione. 

Un consumo eticamente consapevole può arrivare a influenzare scelte economiche e addirittura politiche: in certe situazioni non acquistare e non consumare dei prodotti rappresenta la scelta migliore per esprimere le proprie convinzioni e il proprio disappunto nei confronti del sistema economico dominante.

Alcuni prodotti realizzati da multinazionali nascondono dietro una bella confezione veri e propri misfatti ambientali o soprusi umani e sociali: decidere di non acquistarli boicottandoli è un preciso messaggio che si vuole mandare ai produttori.

Il boicottaggio è il più efficace strumento per fare sentire la propria voce: consiste in una campagna di isolamento e di non collaborazione nei confronti di uno Stato o di un’azienda.

Smettendo di comprare i prodotti di una certa marca si cerca di costringere chi li produce a cambiare le proprie politiche nel caso queste implichino danni ambientali o violazione dei diritti dei lavoratori.

Proprio le multinazionali sono tra i soggetti maggiormente boicottati perché a causa delle loro mastodontiche dimensioni favoriscono situazioni di abuso di potere imponendo condizioni di lavoro ingiuste e danneggiando l’ambiente con produzioni insostenibili.

Uno dei boicottaggi più longevi è stato quello nei confronti di una nota multinazionale alimentare per protestare contro la distribuzione di sostituti del latte materno nei paesi sottosviluppati. Ma non sono mancati anche boicottaggi nei confronti di uno Stato come la Francia ai tempi dei test nucleari di Mururoa.

Spesso il boicottaggio nasce come iniziativa individuale ma può anche evolversi fino a diventare un’azione collettiva talmente pressante da costringere il soggetto “sotto attacco” ad abbandonare i comportamenti ecologicamente ed eticamente scorretti fino a quel momento perseguiti.

Se sei interessato a questo tipo di pratica critica non hai che da consultare guide e siti web sull’argomento per ottenere informazioni e indicazioni utili.
 

Foto © Phatic-Photography - Fotolia.com

Radici antiche

La forma di boicottaggio più antica risale al 1792 quando in Francia si iniziò a boicottare le merci prodotte dagli schiavi: ciò contribuì all’abolizione della schiavitù.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI