Come funziona la raccolta di tappi di plastica

Guida Guida

Se già non lo fai inizia a raccogliere i tappi di plastica: un gesto con un importante valore ecologico di salvaguardia ambientale ma anche di solidarietà.

La raccolta dei tappi di plastica è una realtà diffusa ormai da tempo in tutta Italia: varie associazioni di volontariato, parrocchie, scuole si occupano di raccoglierli e destinarli al riciclaggio impiegando i guadagni ricavati in progetti di solidarietà e opere di beneficenza.

E’ importante fare la raccolta differenziata separando i tappi di plastica dalle rispettive bottiglie perché mentre le bottiglie sono fatte di Polietilene Tereflatato (PET), i tappi sono realizzati in Polietilene (PE) e richiedono un differente processo di riciclaggio.

Inoltre i tappi essendo più compatti occupano molto meno volume ed essendo in genere più puliti rispetto le bottiglie, che contengono liquidi di varia natura, non sono considerati rifiuti urbani e vengono smaltiti solo da determinati enti predisposti.

E’ stato calcolato che una tonnellata di tappi di plastica, corrispondente ad almeno 400 mila elementi, rende circa 150-200 euro da qui la corsa ad raccogliere più materiale possibile da consegnare alle ditte di riciclaggio

Il modello di riferimento delle associazioni italiane che raccolgono i tappi di plastica è l’associazione francese Bouchons d'Amour (Tappi d'Amore), attiva ormai da diverso tempo, e che già solo nei primi mesi di quest’anno ha messo da parte oltre 136 mila tonnellate di tappi riciclati che andranno a finanziare diversi progetti umanitari.

Tra le associazioni più attive nel nostro territorio si possono ricordare l'Associazione Lombarda Cooperative di Produzione e Lavoro che promuove il progetto "Va a ciapà i tapp", il Gruppo Ecoimballaggi di Aprilia, l'associazione Insieme per l'India che opera nella zona del cuneese, il Movimento Adulti Scout di Collegno, il Centro Mondialità Sviluppo Reciproco di Livorno.

Le iniziative ecologiche e solidali sono davvero molte: si va dai progetti per l'approvvigionamento idrico in Tanzania alla costruzione di scuole dalle attività educative, formative per persone disabili ai progetti di salvaguardia ambientale.

Raccogliere tappi di plastica è dunque un piccolo gesto dal grande significato: inizia anche tu a salvare l’ambiente e ad appoggiare progetti solidali.

Foto © Patryssia - Fotolia.com

Caritas Italiana

Rivolgiti alla Caritas Diocesana attiva nella tua zona: molto spesso gestisce la raccolta di tappi di plastica per finanziare progetti eco-solidali.
 

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI