Gedi, lo strumento della Nasa che spia le foreste

Guida Guida

Presentato dalla Nasa Gedi, uno strumento in grado di riprodurre in immagini tridimensionali le aree delle foreste. Scopri i dettagli.

Per riuscire ad avere una visione più completa delle reali condizioni delle foreste, la Nasa ha presentato un nuovo strumento capace di riprodurre in immagini tridimensionali le dimensioni delle aree verdi.

Si tratta di Gedi 3D, un dispositivo con cui si potranno misurare ampiezza e profondità delle foreste direttamente dalla Stazione Spaziale Internazionale.

E’ risaputo che le foreste sono uno degli ambienti più negativamente colpiti dal cambiamento climatico: foreste e boschi sono ecosistemi dal delicato equilibrio continuamente messo a dura prova dall'innalzamento globale della temperatura.

Una volta che questo equilibrio viene alterato difficilmente le condizioni originarie si ripristinano: flora e fauna subiscono cambiamenti pressoché irreversibili.

Ecco perché è importante portare avanti degli studi in grado di monitorare e valutare lo stato di salute di questi habitat in modo da salvaguardarli.

Piers Sellers, Vice Direttore del comparto Scienze ed Esplorazione della Nasa presso il Goddard Space Flight Center, indica in Gedi 3D una preziosa risorsa per studiare la vegetazione: attraverso questo strumento si potranno ottenere dati che permetteranno di conoscere la quantità di carbonio immagazzinata globalmente dalla biomassa forestale.

Infatti Gedi aiuterà a stilare i documenti contenenti i dati relativi al ruolo delle foreste all'interno del ciclo del carbonio permettendo di studiare in modo sistematico la profondità delle aree verdi dallo spazio.

Foto © Galyna Andrushko - Fotolia.com

Gedi, il nome

Il progetto Gedi è acronimo di Global Ecosystem Dynamics Investigation.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI