ƒ Adolescenti iperconnessi: "Vamping" e "Nomofobia" sono le nuove patologie - DeAbyDay.tv

Adolescenti iperconnessi: "Vamping" e "Nomofobia" sono le nuove patologie

Notizia Notizia

Cresce il numero degli adolescenti dipendenti da smartphone e social network: ecco allora quali sono i rischi.

Adolescenti iperconnessi:

Che la maggior parte degli adolescenti possieda uno smartphone non è certo una novità.

Quello che però spesso i genitori tendono a sottovalutare sono i rischi, sempre più elevati, a cui andrebbero incontro le nuove generazioni di iperconnessi.

Secondo quanto rilevato dall'Osservatorio Nazionale Adolescenza, infatti, la dipendenza da internet, smartphone e social network può comportare una serie di nuove patologie.

Prima tra tutte, quella che è stata definita Vamping ed identificata con la tendenza degli adolescenti di trascorrere molte ore notturne sui social.

6 ragazzi su 10 affermano infatti di avere l'abitudine di rimanere svegli fino all'alba a chattare con gli amici.  Il 15% invece, dichiara di svegliarsi più volte di notte per controllare messaggi e notifiche: alla base il timore di essere tagliati fuori che rappresenterebbe un'altra importante patologia, definita FOMO, acronimo di Fear of Missing Out.

Le conseguenze?

Questi comportamenti compromettono sensibilmente la qualità del sonno con importanti ripercussioni nella vita di tutti i giorni, nella quale si possono osservare disturbi dell'attenzione, difficoltà di concentrazione e sbalzi d'umore, a danno anche del rendimento scolastico.

Non solo, anche il concetto di "intimità" sembra essere completamente estraneo ai giovanissimi. La maggior parte degli adolescenti ritengono infatti di dover condividere ogni istante della loro esistenza sui social, finendo spesso vittime dei giudizi degli altri. E' quella che è stata definita LikeMania o FollowerMania, ovvero il bisogno di sentirsi popolari e apprezzati sul web, apprezzamento che si misura in termini di "like" ricevuti.

Anche in questo caso le conseguenze non sono da sottovalutare: a risentirne sarebbero infatti l'umore ma soprattutto l'autostima dei ragazzi.

Come se non bastasse, 8 adolescenti su 10 dichiara di essere terrorizzato all'idea che lo smartphone possa scaricarsi o possa rimanere senza connessione a internet quando sono fuori casa: è quella che viene definita Nomofobia, da No-Mobil-Phone.

Infine, non meno pericolosa, la nuova moda del Challenge o Sfide Social: vere e proprie catene web attraverso le quali i ragazzi si nominano a vicenda per misurarsi con sfide improbabili e pericolose, come quella di bere grandi quantità di alcol in poco tempo o in luoghi insoliti.

  © Alen-D - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI