Come affrontare la dislessia

Guida Guida

La dislessia è un disturbo di cui soffrono molti bambini. Anche se per la sua cura occorre l'aiuto di uno specialista, sono molte le cose che possiamo fare da genitori, per affrontare la dislessia

La dislessia è un disturbo dell'apprendimento, di cui soffrono molti bambini. Un disturbo che si manifesta con chiarezza quando i bambini iniziano la scuola elementare e si confrontano con la parola associata alla scrittura.

E'una O oppure una D ? Cane e Pane sono la stessa cosa ?

Che cos'è la Dislessia

La dislessia in termini pratici, è un disturbo che rende difficile l'associazione corretta tra suoni e parole scritte.

Un bambino dislessico fa grande difficoltà a leggere in modo fluente, oppure a scrivere correttamente le parole, oppure ancora ha problemi con i numeri.

Un bambino dislessico è un bambino intelligente, normale, vivace, curioso, che non ha problemi mentali nè psicologici, nè neurologici. 

Esempi pratici

Un bambino dislessico può invertire le parole durante la scrittura o sillabe.

Un bambino dislessico può non riuscire a scomporre le parole in sillabe.

Un bambino dislessico può invertire i numeri : 14  diventa 41 e non è in grado di accorgersi dell'errore

Un bambino dislessico può non riuscire a riconoscere parole scritte e a pronunciarle correttamente.

Un bambino dislessico può non riuscire a riconoscere la differenza tra la A e la O, nello scrivere e/o nel leggerle.

Una corretta diagnosi è la base fondamentale di qualsiasi cura

La cosa fondamentale per affrontare la dislessia è riconoscerla e distinguerla con certezza da altri possibili disturbi.

Si parla di Dislessia solo nel caso in cui possa essere escluso qualsiasi altro tipo di patologia o disturbo della personalità, o disturbo cognitivo.

 

Occorre uno specialista

Per intervenire in modo corretto nella cura della dislessia, occorre l'aiuto di uno specialista.

A scuola un bambino dislessico avrebbe bisogno di un insegnante di sostegno. (diciamo avrebbe perchè con gli attuali tagli al sistema scolastico pubblico, gli insegnanti di sostegno sono negati anche alle patologie piu' gravi-ndr.)

 

Cosa fare?

 

Come genitori possiamo fare molte cose per aiutarlo:

  • A casa con tranquillità prendiamo un libro con parole scritte grandi, prendiamo il nostro bambino seduto insieme a noi in modo che possa vedere le parole e leggiamo ad alta voce, lentamente. 

 

  • Seguiamo il testo con un dito in modo che il nostro bambino possa osservare correttamente la forma di ogni parola che pronunciamo. Facciamogli tracciare con il suo ditino la forma delle parole, sul libro, come se scrivesse e mentre lo fa pronunciamo il suono di quella parola ad alta voce e piu' volte

 

  • Proviamo a fare degli esercizi di scrittura: leggiamo a voce alta, gli facciamo osservare la parola scritta correttamente, gliela riproponiamo dettandola.

 

  • Proviamo a fargli leggere ad alta voce quello che abbiamo già letto noi e anche scritto sotto dettatura

Sono esercizi che richiedono grande serenità e pazienza. Nostro figlio fa del suo meglio e un'attività del genere è molto faticosa per lui. Facciamo poco ogni giorno senza sovraccaricarlo.

 

A chi rivolgersi

Esiste un'associazione che può aiutarci molto concretamente nell'affrontare la dislessia ed l'Associazione Italiana Dislessia, che trovate a questo indirizzo web: www.aiditalia.org

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI