Come gestire la paura della separazione

Guida Guida

La paura della separazione dai genitori è una paura molto frequente nei bambini, vediamo come affrontarla insieme nel modo migliore.

Nei bambini la paura della separazione dai genitori è molto frequente, soprattutto nei bambini più piccoli tra i 12 e i 18 mesi e può manifestarsi con più evidenza in situazioni nuove o particolari come:

  • l'inizio dell'asilo nido
  • l'arrivo di una baby-sitter
  • l'affidamento temporaneo ad altre persone
  • la presenza di estranei (adulti o bambini) Leggi anche come gestire la paura degli estranei

e in generale in tutte quelle situazioni in cui il bambino percepisca il distacco, anche temporaneo, dai genitori con ansia e sensazione di pericolo.

Va sottolineato che in generale le manifestazioni di paura sono il sintomo di un malessere più profondo e che come tali vanno indagate per cercare di trovare una soluzione.

Attraverso la paura della separazione il bambino potrebbe manifestare un'ansia generata in precedenza per eventi accaduti che lo hanno traumatizzato.

  • Oppure l'ansia viene generata da qualche elemento presente nell'ambiente che evoca il ricordo di qualcosa di traumatico.

Ma sebbene il bambino la manifesta come paura di perdere il contatto con noi, non è detto che il motivo scatenante sia il nostro comportamento.

  • Altre volte invece la paura della separazione può essere rafforzata dal nostro atteggiamento. Ad esempio un atteggiamento iperprotettivo oppure la separazione legale dei genitori o ancora il lutto.

Se noi stessi siamo particolarmente ansiosi, certamente non facciamo altro che comunicare insicurezza e allarme nel bambino. Perché il bambino avverte che quando la mamma o il papà sono in ansia, c'è da stare in allerta. Per aiutare i bambini a superare la paura della separazione dobbiamo innanzitutto non minimizzare le manifestazioni di ansia del bambino.

  • Rassicuriamolo fisicamente, con abbracci, coccole e verbalmente, spiegando in modo semplice e razionale che non ha niente di cui temere.

E' bene ripetere che le nostre parole devono corrispondere alla nostra reale tranquillità interiore.

  • I bambini non sono tutti uguali e alcuni bambini possono sentirsi più insicuri, meno autonomi, ad affrontare il contesto sociale. Hanno bisogno di acquisire maggior fiducia nelle loro possibilità per sviluppare e consolidare la propria autonomia. Aiutiamoli rispettando i loro tempi senza forzarli, nè deriderli. Leggi anche come educare i bambini all'autostima
  • Sollecitiamo e sproniamo il bambino ad esplorare il mondo esterno in modo autonomo e gratifichiamolo per i suoi piccoli successi. Accompagnamolo in questo percorso per passi progressivi rassicurandolo che siamo lì accanto a lui se ha bisogno.
  • L'uscita al parco, una festa di bambini, o un evento, sono tutte occasioni in cui possiamo aiutare il nostro bambino a sperimentare che anche senza rimanere fisicamente attaccati a noi, può fare un'esperienza divertente e priva di pericoli e che non rischia di perderci.

Infine ci sono casi più limitati in cui la paura della separazione diventa una vera e propria fobia, con conseguenze più pesanti e invalidanti per lo sviluppo del bambino. In questi casi occorre affrontare la situazione rivolgendosi ad uno specialista di psicologia infantile, che è in grado di valutare la situazione e intervenire nel modo più appropriato.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI