Come organizzare un'estate in citta' con i bambini

Guida Guida

L'estate in città con i bambini può essere un'impresa difficile da superare. Ma può essere anche una grande occasione per vivere la città in modo creativo, insieme ai nostri bambini, divertendosi. 

L'estate in città con i bambini può essere un'impresa difficile da superare. Da una parte le temperature alte delle città, dall'altra il dubbio che non sappiamo come intrattene i bambini e in fondo anche un po' di senso di colpa perchè non riusciamo a organizzare per loro quel viaggio ai Caraibi che sognamo fin dall'infanzia.

Ma in effetti, l'estate in città può essere invece anche una grande occasione per vivere la città in modo creativo, in un periodo in cui ogni grande città rallenta i suoi ritmi e si svuota del traffico tipico dell'inverno.

Estate in città con i bambini, un'occasione di scoperte

Possiamo trovare tanti modi per trascorrere il tempo insieme ai nostri bambini, divertendoci e approfittando per scoprire, insieme, la nostra città, le opportunità che offre, curiosità e modi di vivere sostenibile.

Se ci viene piu' facile, qualche giorno prima di iniziare le ferie, pianifichiamo su un quaderno una sorta di scaletta di luoghi da visitare, attività da fare. 

Possiamo farci aiutare dalle mappe di Google, on line, per tracciare un percorso ideale della nostra estate in città.

Nello stesso modo, attraverso i motori di ricerca o delleguide turistiche della nostra città, possiamo scegliere degli itinerari adatti per noi e i bambini.

  • Possiamo scegliere ad esempio un tema generale e selezionare di conseguenza luoghi da visitare e attività. Possono essere luoghi storici, musei, gallerie, ma anche parchi, piscine, ristoranti, cinema, teatri e bar.

In ogni città infatti ci sono luoghi che raccontano storie, luoghi che hanno subito trasformazioni nel tempo e può essere divertente ricostruire la storia di una piazza o di un parco, tornando indietro nel tempo e prendendo lo spunto per approfondimenti collegati.

  • Possiamo anche fare con i bambini un percorso della memoria familiare, visitando i luoghi della nostra infanzia, di quella dei nonni o i luoghi che sognavamo da bambini alla loro età, o ancora, i luoghi che ci piaceva frequentare da bambini.

Possiamo stabilire dei percorsi giornalieri alternati con giornate dedicate al relax e al divertimento.

  • Possiamo acquistare un bel quaderno che sarà il diario della nostra estate in città e ognuno scriverà il racconto di quella giornata con le sue impressioni o gli aneddoti divertenti.

Ognuno potrà aggiungere piccoli frammenti a ricordo della giornata come foto, scontrini, biglietti, etc.

Possiamo organizzarci insieme a qualche altra mamma o famiglia e fare questo percorso insieme.

Se conosciamo delle coppie con bambini che provengono da altri Paesi, possiamo approfittare per fare una sorta di scambio culturale e organizzare anche insieme delle dimostrazioni pratiche di giochi, piatti tradizionali, canzoni dei nostri paesi.

  • Se abbiamo scelto un tema naturalistico come ad esempio 'le rose' oppure 'il grano', un'idea divertente può essere quella di andare alla ricerca di tutto quello che in città è stato dedicato al nostro tema.

Quante piazze esistono, quanti locali, quanti musei o collezioni, quante storie troviamo intorno a quel tema. E aggiungere visite naturalistiche, percorsi nel verde, film che parlano del tema, ristoranti o libri da cui prendere spunto.

Alla fine dell'estate, sarà divertente ma anche sorprendente rileggere il diario e vedere quante cose abbiamo scoperto e quanto ci siamo divertiti insieme ai bambini, semplicemente restando in città.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI