Come capire quando è il momento giusto per togliere il pannolino

Guida Guida

Il passaggio al vasino rappresenta per i piccoli una tappa importante e delicata dello sviluppo: ecco allora qualche dritta per gestire al meglio la situazione.

Passare dal pannolino al vasino rappresenta per i bambini una tappa fondamentale nel loro percorso di crescita e nella conquista della loro autonomia.

Proprio per questo "lo spannolinamento" è una fase delicata che va gestita con la massima attenzione da parte di mamma e papà.

Un tentativo troppo precoce, infatti, rischia di allungare di molto i tempi del  fatidico passaggio e di creare al piccolo qualche problema in più.

In genere gli esperti concordano nel ritenere che la fase dello spannolinamento possa cominciare a partire dai 20 mesi in poi, anche se ogni bambino rappresenta un caso a sé ed è quindi fondamentale rispettare il suo ritmo di crescita senza forzarlo.

Ma come capire allora quando il piccolo è pronto per i primi tentativi senza pannolino?

Ecco alcune dritte per la mamma...

  •  Si può cominciare lo spannolinamento quando il bambino dice "cacca/pipì" dopo averla fatta: significa infatti che è diventato consapevole di ciò che  sta facendo ed è in grado di comunicarlo.
  • Anche fare un primo tentativo, togliendo il pannolino per due ore può essere utile: se in questo lasso di tempo il piccolo è in grado di mantenersi asciutto o fa la pipì una volta sola, può essere un buon segnale che è pronto a iniziare lo spannolinamento. Se fa la pipì addosso ripetutamente, invece, significa che è troppo presto.
  • Una buona idea è poi quella di iniziare la fase dello spannolinamento d'estate, quando i bimbi sono meno vestiti ed è più facile gestire gli inevitabili incidenti di percorso.
  • Inoltre è sempre bene iniziare a togliere il pannolino di giorno e passare allo spannolinamento notturno solo in un secondo momento, poiché richiede una maggiore autonomia e una maggiore capacità di controllo.
  • Infine, mai sgridare il piccolo se si fa la pipì addosso ma cercare sempre di rassicurarlo e di spiegargli che la prossima volta andrà sicuramente meglio.

Foto © Oksana Kuzmina - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI