Come curare il singhiozzo del neonato con rimedi naturali

Guida Guida

E' un disturbo molto frequente nei più piccoli: ecco allora come far passare il singhiozzo al neonato.

Il singhiozzo del neonato è un fenomeno piuttosto tipico anche se spesso non manca di mettere in allarme mamma e papà.

Si manifesta molto presto, già a partire dai primi giorni di vita, ma non è raro che anche le future mamme possano avvertire il classico movimento ritmico del singhiozzo provenire dal pancione.

Alla base del singhiozzo la contrazione involontaria del diaframma, ovvero del muscolo che separa la cavità toracica dagli organi dell'addome.

Secondo alcuni studi il singhiozzo potrebbe essere un riflesso molto elaborato che permette al piccolo di rimuovere l'aria dallo stomaco.

Ma quali sono le principali cause del singhiozzo nel neonato? eccone alcune.

  • Reflusso: se il neonato mangia molto voracemente è facile che ingurgiti aria durante la poppata. Questo può dare facilmente origine al singhiozzo.
  • Pianto: per lo stesso motivo anche le crisi di pianto possono causare il singhiozzo, perché determinano l'ingestione di aria nello stomaco.
  • Sbalzi di temperatura. Può sembrare strano ma per un neonato anche passare velocemente da un ambiente caldo a uno più freddo può scatenare il singhiozzo, anche se il meccanismo non è stato ancora spiegato scientificamente.

Detto questo, quali rimedi adottare per far passare il singhiozzo al piccolo?

  • La cosa più semplice è fargli riprendere la poppata, riattaccandolo al seno se è allattato o offrendogli il biberon; la semplice deglutizione, infatti, è in grado di stoppare il singhiozzo. Se il piccolo è già svezzato, invece, può essere utile dargli un po' d'acqua.
  • Altrettanto efficace può essere cercare di stimolare uno starnuto: in genere basta passare delicatamente un dito sul nasino.
  • Per prevenire il singhiozzo, invece, è bene cercare di far mangiare il piccolo lentamente, anche facendo delle piccole pause durante la poppata e dunque cercando di limitare l'ingestione di aria. Un altro sistema utile per prevenire il singhiozzo è anche quello di non allungare troppo il tempo tra una poppata e l'altra, così che il piccolo non arrivi troppo affamato al mometo del pasto.
  • Quello che invece è assolutamente da evitare per far passare il singhiozzo è tappare il naso del neonato oppure dargli dei cucchiaini di limone o aceto.

Nella maggior parte dei casi il singhiozzo non è un fenomeno preoccupante:  può essere importante rivolegresi al pediatra solo se si presenta molto frequentemente o se dura più di 48 ore.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI