Come combattere la ritenzione idrica con la dieta anticellulite (prima parte)

Guida Guida

La cellulite si combatte anche a tavola con un'alimentazione equilibrata e mirata. Ecco come contrastare la ritenzione idrica mangiando

Alla base della cellulite ci sono variazioni ormonali e problemi a livello dei capillari sanguigni e linfatici che portano a un’alterazione dell'aspetto del tessuto adiposo. Qui il ristagno dei liquidi e l'accumulo di tossine sotto alla cute scatenano un processo infiammatorio. Di conseguenza, il tessuto adiposo diventa fibroso e preme verso l’esterno, causando il tipico effetto a “buccia d’arancia”.

Per combattere gli inestetismi della cellulite bisogna intervenire con tempestività

Come abbiamo più volte descritto in precedenti guide, per tenere sotto controllo la cellulite bisogna:

  • dire addio alle cattive abitudini, come la sedentarietà, e fare esercizio fisico
  • fare attenzione allo stress (che aumenta la produzione di ormoni) e curare l’alimentazione
  • Per quanto riguarda proprio l'alimentazione, per combattere la cellulite non è solo la quantità a contare, ma anche la qualità del cibo

Per sconfiggere la ritenzione idrica bisogna alimentarsi in modo vario ed equilibrato, agendo su più fronti: eliminare il gonfiore, migliorare la circolazione, detossificare i tessuti e il dimagrire

  • Ritenzione e gonfiore: per contrastarli la dieta deve prevedere un programma detox. Nei primi giorni devono essere assunti cibi ricchi di liquidi come tè, tisane, frutta, verdura o cereali e, naturalmente, molta acqua. Da eliminare, invece, i cibi salati, come formaggi stagionati, salumi, dadi da brodo e introdurre, invece, legumi, kiwi, ricchi di potassio che riequilibra l’azione del sodio
  • Circolazione: per una corretta circolazione l'organismo non può fare a meno della vitamina C, che interviene anche nella formazione del collagene (la molecola che sostiene i tessuti). La vitamina C va introdotta più volte al giorno consumando frutta o verdura fresca ad ogni pasto. Agrumi, frutti di bosco, peperoni, pomodori, ortaggi a foglia verde sono una buona fonte di questo nutriente.
  •  Per aumentare la resistenza dei capillari e ridurre la loro permeabilità, invece, un prezioso aiuto può arrivare dai flavonoidi. I mirtilli e il tè verde ne sono particolarmente ricchi

Leggete anche la seconda parte della guida e come curare il mal di testa a tavola

Per saperne di più:

http://sapermangiare.mobi/19/losapeviche/la_credenza_che_bere_duranti_i_pasti_causi_gonfiore_e_falsa.htm
http://m.sapermangiare.mobi/a110/chiedoemangio.html
http://m.sapermangiare.mobi/a137/chiedoemangio.html
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI