Come curarsi con il caffè: benefici e rischi - parte 2

Guida Guida

Quali benefici apporta il consumo di caffè al nostro corpo? Ecco gli effetti sui vari organi

 

Antiossidanti, precursori delle vitamine, potassio: sono le sostanze contenute in una tazzina di caffè utili per il benessere e per prevenire diverse malattie. Basta non esagerare.

 

Ecco come curarsi con il caffè: benefici e rischi

Il caffè è stato scagionato dall’accusa di essere responsabile di tumori da studi recenti che dimostrano come può addirittura proteggere da alcune forme di cancro come quello al fegato, al colon e all’endometrio

Tuttavia, ci sono ancora dubbi sulla relazione tra il caffè e il tumore alla vescica: non si sa se vi sia un maggior rischio legato all’aumento del consumo.

Nella prima parte abbiamo descritto i rischi e i benefici del caffè per quanto riguarda lo stomaco, il sistema nervoso e il fegato, ora vediamo come aiuta il cuore e i reni:

  • Cuore: grazie ai polifenoli e ad altri composti eterociclici, il caffè è una delle maggiori fonti di antiossidanti che riducono il rischio di malattie cardiovascolari e infiammatorie.
  • A dosi eccessive, però, la caffeina può peggiorare le alterazioni del ritmo cardiaco. Meglio bere il caffè filtrato o all’italiana (moka o espresso), perché non alterano il colesterolo. Nel caffè bollito di tipo nordico o turco, invece, restano sospesi alcuni composti che possono innalzare il colesterolo, favorendo i disturbi cardiaci.
  • Rene: il caffè può rallentare la progressione dell’insufficienza renale, ma l’abuso può avere un’azione irritante a livello renale. Favorisce l’aumento del diametro delle arterie renali. La caffeina riduce la ritenzione idrica e aumenta la diuresi riducendo il riassorbimento del sodio. Il rischio però, è che la stimolazione della diuresi da parte della caffeina possa rappresentare un problema per chi soffre di incontinenza urinaria.

Quanto caffè bere al giorno?

Per un adulto che non soffre di problemi gastrici o di ipertensione la dose massima di caffè, se è l'unica fonte di caffeina, è di 4-5 tazzine al giorno

Quantità maggiori possono provocare alcuni disturbi.

La caffeina può interferire con alcuni farmaci riducendone l'efficacia. Meglio consultare un medico e controllare le avvertenze riportate sul foglietto illustrativo del farmaco

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI