Come riconoscere i sintomi di un infarto nelle donne

Guida Guida

L’infarto uccide più spesso le donne che gli uomini. Ecco i sintomi che permettono di riconoscerlo.

Spesso si crede che l’infarto sia un problema prevalentemente maschile ma, in realtà, i problemi cardiaci sono una causa di decesso frequente anche fra le donne.

Ogni anno sono oltre 15 mila le vite femminili stroncate da un infarto prima dei 55 anni, il doppio rispetto agli uomini.

A spiegarci il fenomeno è Fabio Massimo Ferri, responsabile del Reparto di Cardiologia della Casa di Cura ‘Villa Valeria’ di Roma.

Negli ultimi anni”, sottolinea Ferri, “si è andata delineando una progressiva omogeneizzazione negli stili di vita dei due sessi: da un lato, gli uomini sembrano avere adottato abitudini e comportamenti più salutari, per esempio riducendo il fumo di sigaretta e l’abuso di alcool e incrementando l’attività fisica; dall’altro lato, lo stile di vita delle donne non sembra progredire di pari passo”.

Si è arrivati così ad una situazione in cui per ogni diagnosi di tumore al seno ci sono almeno 10 donne che potrebbero avere a che fare con un grave problema cardiovascolare.

Come riconoscere il pericolo?

Ferri spiega che le donne più in pericolo sono quelle con disturbi cardiaci in famiglia, quelle che soffrono di ipertensione o obesità quelle che hanno il diabete o il colesterolo alto e quelle che hanno sofferto di gestosi.

Per quanto riguarda invece i sintomi da riconoscere, si tratta di problemi diversi da quelli tipicamente scatenati dall’infarto in un uomo.

Alcuni segni”, spiega l’esperto, “sono vaghi, aspecifici”. Fra di essi sono inclusi:

  • nausea o vomito
  • diarrea
  • sensazione di pressione sullo sterno o sul torace
  • fastidio alla gola
  • freddo
  • dolore al collo, alla schiena, alle spalle o allo stomaco
  • dolore al petto a riposo
  • sintomi gastrointestinali analoghi a quelli associati a un’indigestione
  • stanchezza estrema
  • difficoltà respiratorie o senso di soffocamento
  • capogiri

Le donne”, precisa Ferri, “presentano sintomi la mattina presto, al risveglio, con un senso di fatica associata ad insonnia”.

Proprio perché non hanno paura delle malattie cardiache non cercano aiuto e rischiano più spesso di morire”.

La scelta migliore, invece, sembra proprio andare subito al pronto soccorso.

Foto © SENTELLO - Fotolia.com

Uno screening anche per il cuore?

In presenza di specifici fattori di rischio anche una donna giovane potrebbe dover sottoporsi a controlli regolari per valutare la salute del suo cuore. Chiedi al tuo medico se è il caso che lo faccia anche tu! 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI