Come smettere di fumare con la sigaretta elettronica

Guida Guida

Che cos'è la sigaretta elettronica? Cosa contiene?Come funziona? Ecco quello che c'è da sapere sul nuovo metodo utilizzato per smettere di fumare

Si parla sempre più spesso di fumo elettronico ma ad oggi non tutti conoscono gli effetti e il funzionamento della nuova moda del momento, ovvero la sigaretta elettronica.


La sigaretta elettronica è uno dei metodi adottati da chi ha deciso di smettere di fumare perché riproduce la stessa sensazione che il fumatore prova fumando una sigaretta tradizionale ma senza combustione.

 

  • Quella elettronica funziona come un vaporizzatore: il liquido in essa contenuto (glicole propilenico, glicerina vegetale, acqua, aromi e nicotina in quantità variabili) viene scaldato fino a farlo diventare vapore.
  • Può essere attivata manualmente (pulsante) o automaticamente al momento del tiro.
  • Non contiene tabacco né catrame. Al contrario delle sigarette tradizionali, non aumenterebbe la quantità di monossido di carbonio nel proprio respiro
  • Glicole propilenico e glicerina vegetale sono sostanze utilizzate da tempo nell'industria cosmetica come base di creme e pomate e nell'industria farmaceutica per assunzione orale. Entrambe sono considerate sicure entro certi dosaggi.
  • Tuttavia, non esistono ad oggi dati certi sull’efficacia delle sigarette elettroniche all'interno dei protocolli antifumo proposti dai centri specializzati e cresce una forte preoccupazione per la mancanza di un quadro legislativo in materia, sia in Italia che in Europa
  • La sigaretta elettronica, secondo esperti del Centro antifumo dello Ieo, potrebbe rivelarsi uno strumento straordinario nella fase iniziale del percorso di disassuefazione, quella in cui la dipendenza psicologico-gestuale è ancora forte, pari a quella della nicotina.
  • Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità  non c’è nessuna prova scientifica che il mini-aerosol metallico, che sprigiona vapori aromatizzati sostitutivi della vera sigaretta, aiuti a smettere di fumare. Anzi, certe sostanze usate sarebbero più nocive del tabacco e lancia un allarme.
  • Attualmente non è un apparecchio medicale ed è venduta anche in tabaccheria come "accessorio per fumatori"
  • La  Commissione UE ha annunciato che intende trattare al più presto le sigarette elettroniche allo stesso modo delle terapie sostitutive della nicotina, come i cerotti, le gomme e lo spray. Una scelta a tutela della salute del consumatore ( già proposta in Italia dall'Istituto Superiore di Sanità) esposto ai rischi connessi all'eccessivo consumo di nicotina, essendo il prodotto al momento non regolamentato.
  • Si consiglia di non acquistare sigarette elettroniche non certificate prive del marchio CE, in quanto i  filtri usati per l’assemblaggio di false sigarette può arrivare ad essere persino più pericoloso delle sigarette tradizionali.
  • Leggete anche come smettere di fumare in modo naturale


Photo Credit: @ChantalIS-Fotolia.com

Le sigarette elettroniche possono contenere nicotina o meno. Chi passa dalle sigarette tradizionali alle elettroniche, però, difficilmente riuscirà a passare direttamente a 0 nicotina. Il percorso più frequente consiste nel partire da una gradazione media e poi scendere col tempo fino a gradazioni più basse o nulle.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI