titolo

Iperidrosi: come combattere la sudorazione eccessiva con il botulino

Guida Guida

Sapevi che la sudorazione eccessiva può essere combattuta con il botulino? Scopri i suoi benefici contro l'iperidrosi!

Iperidrosi: come combattere la sudorazione eccessiva con il botulino

La sudorazione eccessiva può assumere i contorni di una vera malattia dotata di nome proprio: iperidrosi. Secondo le stime in Italia questo problema riguarda tra 7 e 9 milioni di persone, costrette ad asciugarsi le mani o tamponarsi la fronte in continuazione e a fare i conti con situazioni imbarazzanti che possono trasformare gesti semplici come togliersi la giacca in veri e propri incubi.

L'iperidrosi è una condizione fortemente invalidante dal punto di vista sociale

Alla sua base c'è l'attivazione eccessiva della porzione del sistema nervoso centrale responsabile del controllo della sudorazione, che porta alla produzione di quantità elevate di sudore.

Tale produzione non è scatenata né da un'emotività eccessiva né dall'attività fisica, e i primi problemi possono comparire già durante la pubertà per poi protrarsi nel tempo. Il problema, poi, può accentuarsi durante l'estate, quando l'aumento delle temperature stimola ulteriormente la sudorazione.

A farne le spese sono soprattutto le mani, i piedi e le ascelle, ma non è detto che la sudorazione eccessiva non finisca per coinvolgere anche il petto e il cuoio capelluto.

Come combatterlo? Fortunatamente oggi l'intervento chirurgico non è più l'unica soluzione a disposizione.

Anche il botulino può aiutare a combattere l'iperidrosi

La sua efficacia si basa sulla capacità di bloccare temporaneamente la produzione di sudore. Per sfruttarla è sufficiente sopportare le iniezioni di tossina botulinica necessarie per ottenere l'effetto desiderato.

Le iniezioni vengono effettuate direttamente nella zona interessata. “A distanza di pochi giorni”, assicura Giuseppe Sito, vicepresidente dell'Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino (Aiteb), “gli effetti già si vedono e durano per almeno sei mesi”.

Sitio suggerisce di sottoporsi al trattamento durante la bella stagione, in modo da poter beneficiare dell'effetto del botulino fino a che le temperature sono elevate. In inverno, rassicura l'esperto, “per via dell’abbassamento delle temperature, l’iperidrosi può essere tollerata maggiormente”.

Foto © inesbazdar – Fotolia.com 

Attenzione: il botulino è un farmaco

Il botulino è considerato un rimedio sicuro, ma non bisogna dimenticare che si tratta di un farmaco e che quindi deve essere utilizzato solo da mani esperte. 

Salute e benessere
SEGUICI