Come superare la paura del giudizio altrui

Guida Guida

La paura del giudizio degli altri compromette le relazioni. Spesso si trasforma in una vera fobia sociale. Ecco come superarla

Chi è insicuro è facile preda dei giudici di parenti, amici, colleghi, fidanzati che assumono un’importanza sproporzionata. Di fondo c’è la paura di essere giudicati e di conseguenza rifiutati; una paura che può rendere le relazioni sociali molto difficili. Come superare la paura del giudizio?

Per chi ne soffre, è difficile frequentare ambienti come cinema, bar, teatri che spesso diventano luoghi di tortura per la paura di apparire ridicoli di fronte agli altri. Questo è forse un caso estremo di “fobia sociale”  rispetto a tanti altri che:

  • temono la disapprovazione del partner (e ne diventano dipendenti)
  • temono i commenti dei colleghi
  • non sopportano i brutti voti
  • temono di essere giudicati per l’aspetto fisico
  • si lasciano influenzare dalle idee familiari

 

Uno dei sintomi più evidenti è il perfezionismo, infatti, le persone sensibili al giudizio degli altri tendono a essere controllate e attente

 


in pubblico, le opinioni diverse dalle proprie diventano veri attacchi personali.

Spesso ci si adegua alle aspettative degli altri e si cerca sempre l’approvazione. Quando il modo di agire non corrisponde ai propri reali bisogni siamo in presenza di un “disagio” che va affrontato. Ecco come:

  • Bisogna riuscire a superare l’ansia di compiacere mettendo al primo posto i propri bisogni senza farsi condizionare dalla paura.
  • Imparare ad accettare che ci possono essere tante persone diverse da noi a cui non piacere.
  • È fondamentale diventare consapevoli dei propri bisogni nelle relazioni con gli altri. Meglio fare una scaletta con noi al primo posto.
  • Nel difendere e comunicare i propri bisogni agli altri è bene che il linguaggio verbale e non verbale siano coerenti, perché anche la mimica, il tono della voce, la postura, dicono molto di noi e sono importantissimi. Sarebbe utile esercitarsi.
  • Di fronte a delle critiche è utile trasformarle in occasione di crescita; lo stesso vale per i complimenti che aiutano a fare sempre meglio. Non dimenticare di fare complimenti anche agli altri, un modo per migliorare le relazioni (quando sinceri).
  • Tenere presente che gli aspetti negativi aiutano a migliorare ma non bisogna esagerare con noi stessi per non perdere la propria autostima. Le qualità non vanno mai sminuite.
  • È importante non tenere tutto dentro ma esprimere anche le emozioni negative.
  • Non bisogna essere aggressivi (non calpestare gli altri con i nostri bisogni), né passivi.
  • Quello che vogliono gli altri non va fatto per forza.

 

foto tratta da fotocommunity.it

Di fronte a quello che gli altri vorrebbero da noi è utile chiedersi se faremmo "quella cosa" se fossimo dall'altra parte del mondo dove non ci conosce nessuno. Funziona.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI