Come tenere sotto controllo i trigliceridi

Guida Guida

Che cosa sono i trigliceridi e come tenerli sotto controllo? Ecco i consigli della Endocrine Society

Secondo un recente documento della Endocrine Society statunitense, gli adulti dovrebbero misurare i trigliceridi al massimo ogni cinque anni e, in caso di alterazioni, apportare cambiamenti nello stile di vita e nell’alimentazione come prima cosa.

Ecco come tenere sotto controllo i trigliceridi


Dal documento emerge che un eccesso di trigliceridi deriva quasi sempre dal sovrappeso, dall’essere sedentari o dal soffrire di sindrome metabolica.
Altre cause sono il diabete o iperlipidemia combinata familiare.
I trigliceridi si associano spesso a un eccesso di colesterolo cattivo (LDL) e una carenza di colesterolo buono (HDL).

Tra le cause dei trigliceridi alti (ovvero al di sopra di 150 milligrammi per decilitro) ci sono  trattamenti coi farmaci (alcuni diuretici, i cortisonici, i beta-bloccanti e gli estrogeni ad esempio possono influenzare il livello di trigliceridi).

L’ipertrigliceridemia costituisce un fattore di rischio cardiovascolare e quando i livelli di trigliceridi sono molto alti, aumenta la possibilità di sviluppare una pancreatite.

  • Gli esperti consigliano di misurare i trigliceridi nel sangue non meno di una volta ogni cinque anni insieme al colesterolo
  • L’esame andrebbe ripetuto più spesso nel caso di diabete o fattori di rischio cardiovascolare come età, fumo, sovrappeso, ecc…
  • L’esame va effettuato a digiuno
  • In caso di ipertrigliceridemia primaria, non spiegabile cioè con cause diverse da una base genetica, è opportuno valutare attentamente il "peso" di altri fattori di rischio cardiovascolare (girovita, ipertensione, disfunzione epatica o alterazioni del metabolismo del glucosio fino al diabete)
  • È  utile prendere in considerazione la storia familiare per stimare meglio il grado di rischio cardiovascolare
  • E’ fondamentale modificare il proprio stile di vita e l’alimentazione per ridurre il sovrappeso, diminuendo il consumo di alcol e facendo attività fisica
  • Se così facendo i trigliceridi continuano a essere alti si possono prendere in considerazione i supplementi o i farmaci, come vitamina B3, omega-3, statine e fibrati.

Fonte: Corriere.it

Occorre sempre discutere col proprio medico le alternative e i possibili benefici e rischi

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI