Come combattere la stitichezza in modo naturale

Guida Guida

Nove milioni di italiani soffrono di irregolarità intestinale. Ecco i consigli per vincere la stipsi a tavola.

Sono circa nove milioni gli italiani che soffrono di stitichezza, un disturbo molto diffuso. Prima di assumere farmaci è bene provare a combattere la stipsi a tavola.

Ecco come vincere la stitichezza in modo naturale

  • A colazione è bene accompagnare la tazza di caffè a della crusca in scaglie o muesli. I cereali integrali sono ricchi di fibre insolubili, in grado di trattenere acqua, di fare volume nell’intestino e di riattivare l’attività. Meglio evitare, invece, il tè per le sue proprietà astringenti nei giorni in cui si soffre di stitichezza
  • Per favorire l’attività delle fibre è comunque utile bere molta acqua perché questa aumenta la massa fecale e stimola la peristalsi. Meglio se ricca di magnesio e di solfati per il loro potere lassativo. Si consiglia di berne un bicchiere prima di colazione.
  • L’acqua gasata non ha effetti lassativi ma può causare meteorismo.
  • Oltre all’acqua, prima del pranzo e della cena si può ricorrere ad una tisana lassativa a base di malva, tiglio, altea o ai semi di lino.
  • Preferire pasta e panini di farina integrale perché, come i cereali a colazione, è ricca di fibre. Meglio condire gli alimenti con olio extravergine di oliva, utile a lubrificare l’intestino. In alternativa, si possono accompagnare i pasti con del pane di farro (8 gr di fibre per 100 gr).
  • E’ bene sostituire le proteine della carne con quelle dei legumi almeno due volte a settimana e introdurre nell’arco della giornata cinque porzioni tra frutta e verdura.
  • La verdura va bene sia cruda che cotta. Ottimi per combattere la stipsi i broccoli, le zucchine e i cavoli di bruxelles; per quanto riguarda la frutta si consiglia di mangiare kiwi e ananas, potenti lassativi naturali. Seguono prugne secche, lamponi, fragole, mele e pere.
  • Nelle Linee guida 2011 il Ministero della Salute indica che i probiotici favoriscono l’equilibrio della flora intestinale. Particolarmente attivi alcuni ceppi di probiotici presenti negli yogurt e in certi tipi di latte.
  • Si può completare la propria dieta anti-stipsi con gli integratori alimentari ma è bene chiedere il parere di un medico. Gli esperti consigliano la gomma di guar, adatta anche alle donne in gravidanza e ai diabetici, la senna (sconsigliata in gravidanza, durante l’allattamento e ai pazienti cardiopatici), i semi di psillio (da non assumere con farmaci o in caso di dolori addominali).
  • Per combattere la stipsi è bene rinforzare i muscoli addominali svolgendo attività fisica costantemente.
  • E’ importante seguire uno stile di vita sano e non sedentario rispettando gli orari del pasto e del sonno.
  • Si consiglia, inoltre, di non ritardare l’atto defecatorio perché rimandare può causare stitichezza cronica.

 

Se oltre alla stitichezza, si avvertono anche dolori, è bene rivolgersi a un medico perché la stipsi potrebbe essere sintomo di qualche altra malattia.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI