Come difendersi dallo smog e dall'aria inquinata

Guida Guida

Le polveri sottili favoriscono l'insorgere di molti disturbi. E' importante, specie per chi vive in zone molto inquinate, preservare la propria salute. Ecco alcuni consigli

I danni causati dallo smog sono ormai ben documentati. Respirare polveri sottili (PM10) e sottilissime (PM 2,5) favorisce l’insorgenza di malattie cardiovascolari, asma nei soggetti sani e facilita la formazione di allergie respiratorie. Una recente ipotesi è che l’inquinamento causi stress ossidativo nei neuroni contribuendo all’invecchiamento del cervello.

Secondo il 19° rapporto Ecosistema urbano di Legambiente e Ambiente Italia (uscito ad ottobre) lo smog continua ad aumentare con conseguenze non da poco sulla salute.


Ecco alcuni consigli per difendersi il più possibile dallo smog se si vive in un’area molto inquinata

 

  • Capita sempre più spesso di vedere pedoni e ciclisti con delle mascherine, specie nelle grandi città del Nord. Ma secondo gli esperti le comuni maschere (da chirurgo) non servono a nulla perché sono in grado di filtrare le polveri più sottili, quelle più nocive.

Le polveri sottili sono il risultato della combustione dei motori delle auto e dei sistemi di riscaldamento

 

  • Il consiglio è di scegliere modelli un po’ più grandi (FFP1, FFP2, FFP3), numerate in base allo loro efficienza filtrante
  • Le FFP1 sono indicate per chi esce a piedi o in bici nei giorni in cui le polveri sottili superano i livelli di guardia e da chi soffre già di asma o disturbi respiratori.
  • Le FFP2 e le FFP3 sono destinate a chi lavora all’aperto per molte ore.
  • Nei giorni in cui lo smog è alle stelle,è da evitare l’attività fisica all’aperto perché lo jogging, ad esempio, costringe ad inalare una maggior quantità di sostanze tossiche
  • Meglio evitare di passeggiare , soprattutto se con bambini e passeggini, nelle strade molto strette dove i gas ristagnano
  • Se si usa la bicicletta, al semaforo meglio sostare davanti alla prima macchina e non fermi in coda a respirare gas nocivi
  • Le polveri sottili possono irritare gola, naso e provocare disturbi respiratori. Per curarli si può ricorrere all’haloterapia di cui abbiamo parlato nella guida come curarsi con il sale
  • Per favorire l’attività delle mucose respiratorie che servono a tenere pulito il naso, si possono praticare i lavaggi nasali con soluzioni fisiologiche da acquistare in farmacia senza ricetta (prodotti salini, ipersalini o termali)
  • In auto per mantenere l’aria più pulita possibile è bene tenere acceso il climatizzatore anche per il riscaldamento. I modelli migliori sono in grado di filtrare alcune particelle inquinanti. E’ importante non indirizzare l’aria condizionata direttamente sulla persona e provvedere ad una corretta manutenzione.
  • Oltre alle vie respiratorie, anche la pelle soffre per le polveri sottili. Lo smog e l’aria inquinata la rendono opaca, secca e ne aumentano l’ossidazione accelerando l’invecchiamento
  • Si può ricorrere ai ripari usando creme con formulazioni specifiche che fanno da barriera allo smog
  • Anche il fondotinta, al contrario di ciò che si pensa, protegge dagli agenti esterni. I prodotti di ultima generazione, infatti, hanno spesso un fattore di protezione Uv, svolgono azione di difesa dagli agenti esterni come anche freddo e vento.
  • Meglio non usare saponi troppo aggressivi e non dimenticare di lavare con cura il viso tutte le sere
  • Per struccarsi sono ideali le acque micellari che puliscono senza intaccare la barriera idrolipidica della pelle. Dopo il lavaggio è bene stendere una crema idratante a base di acido ialuronico, olio di semi di chia o carnosina
  • Lo smog può danneggiare anche i capelli in quanto le polveri sottili che si depositano sulla cuticola, alla lunga danneggiano il fusto.
  • Chi vive in una zona inquinata, dovrebbe lavare i capelli di frequente o almeno una volta alla settimana e usare maschere ristrutturanti
  • A fare da barriera all’inquinamento c’è senza dubbio anche l’alimentazione. Le sostanza antiossidanti contenute in alcuni alimenti, aiutano l’organismo a potenziare il sistema immunitario e a difendersi dai danni dello smog. La migliore alimentazione anti-smog è la dieta mediterranea.

Photo Credit: @Diego Cervo-Fotolia.com

Sono da preferire ortaggi ricchi di vitamina C come cavoli, broccoli, spinaci, agrumi, mirtilli e kiwi

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI