Come alleviare il prurito intimo con rimedi naturali

Guida Guida

Il prurito intimo è un disturbo molto frequente. Tante le cause o le patologie che possono provocarlo. Ecco alcuni rimedi naturali

Il prurito intimo è molto frequente tra le donne. Spesso  è dovuto ad una non corretta o eccessiva igiene o a disturbi intestinali che provocano prurito, arrossamenti, bruciori e sanguinamenti.

 Il prurito intimo, che può riguardare l’interno o l’esterno dell’area vaginale, può essere anche la conseguenza di allergie, alterazione della flora batterica, cure antibiotiche, l'uso di contraccettivi orali, candida, diabete, vaginiti, ma anche di una dieta ricca di zuccheri o una diminuzione di estrogeni come avviene in menopausa.

Il disturbo può manifestarsi anche durante la gravidanza o quando si è stressati.

In una precedente guida abbiamo descritto le cause e le cose da fare se si soffre di prurito intimo;

ora ecco alcuni consigli per alleviare il prurito intimo con rimedi naturali

 

  • Per dare sollievo si può optare per una lavaggio con olio essenziale di camomilla: bastano dieci gocce da sciogliere in acqua tiepida. Servirà ad alleviare il fastidio. Vanno bene anche gli oli essenziali di rosa e lavanda.

Si può applicare localmente una crema a base di:

  • Uncaria tormentosa dalle proprietà antinfiammatorie ed immunostimolanti
  • Olio di mandorle dolci dalle proprietà antipruriginose, lenitive e nutrienti
  • Creme a base di avena con proprietà disarrossanti ed antipruriginose
  • Olio di borragine, lenitivo, calmante e antipruriginoso
  • Canfora con proprietà antipruriginose, analgesiche (blande) e lenitive
  • Pomate a base di camomilla, lenitiva ed antinfiammatoria
  • Ratania, largamente utilizzata per formulare prodotti ginecologici per accelerare la guarigione in caso di candidosi, tricomoniasi e vaginosi batterica
  • Tea tree oil (Olio di malaleuca, Melaleuca alternifolia) che è un utile per alleviare il prurito dipendente da infezioni batteriche o micotiche
  • Si possono effettuare lavande esterne con acqua fresca: il freddo attenua il prurito vaginale, anche se temporaneamente
  • Se si è soggetti alle infiammazioni urogenitali, si consiglia l’assunzione di infusi di gramigna la sera prima di andare a dormire

Foto © Lev Dolgatsjov - Fotolia.com

Il prurito non va mai sottovalutato. Quando il problema persiste è importante consultare il ginecologo

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI