Come contrastare l'invecchiamento con la dieta mima-digiuno

Guida Guida

La dieta mima-digiuno aiuta a mantenersi in salute durante l'invecchiamento. Scopri i suoi benefici!

L'invecchiamento è un fenomeno naturale.

Ciò non significa però che invecchiando ci si debba rassegnare a convivere con acciacchi, malattie e disturbi vari.

Uno stile di vita adeguato aiuta ad invecchiare proteggendo la salute

Anche agire sull'alimentazione è importante. Ma cosa fare?

Secondo uno studio pubblicato su Cell Metabolism da un gruppo di ricercatori guidato da Valter Longo, esperto dell'University of Southern California e dell’IFOM di Milano, anche una dieta mima-digiuno può aiutare a contrastare l'invecchiamento.

I suoi benefici sono stati studiati sia in laboratorio (utilizzando i lieviti come organismi modello) che nei topi, e uno studio pilota condotto sull'uomo sembra confermarli.

Nella pratica quella proposta da Longo e collaboratori non è un digiuno, ma una dieta a basso contenuto di proteine da seguire per 5 giorni sotto controllo medico che induce nell'organismo i suoi stessi effetti.

I risultati, spiega Longo, sono una riprogrammazione del corpo in modo che invecchi più lentamente e un ringiovanimento basato sulle cellule staminali.

Gli effetti positivi sembrano essere duraturi e includono il cambiamento di fattori di rischio per:

  • invecchiamento
  • patologie cardiovascolari
  • diabete
  • obesità
  • cancro

il tutto senza particolari effetti collaterali.

La dieta mina-digiuno è ad esempio efficace in termini di peso corporeo e di circonferenza addominale. Inoltre permette di:

  • ridurre l'apporto calorico dal 34 al 54%
  • ridurre la quantità dell'ormone IGF-I, promotore dell’invecchiamento e collegato alla predisposizione al cancro
  • aumentare l’ormone IGFBP-1, che modifica le risposte a IGF-I
  • ridurre il glucosio
  • ridurre il grasso del tronco
  • ridurre la proteina C-reattiva, marcatore dell'infiammazione


Lo studio sperimentale sull'uomo ha previsto 3 cicli di dieta mima-digiuno, ma secondo l'esperto nella maggior parte dei casi può essere effettuata ogni 3-6 mesi.

La frequenza ideale dipende però dalla circonferenza addominale (chi è obeso potrebbe seguirla anche ogni 2 settimane) e dallo stato di salute (particolare prudenza è richiesta in caso di assunzione di insulina, metformina o farmaci simili contro il diabete, mentre è sconsigliata con indice di massa corporea inferiore a 18).

Foto © Volker Witt – Fotolia.com

L'importanza del controllo medico

Digiunare senza affidarsi a un medico è pericoloso per la salute: evitate l'astensione dal cibo! 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI