Cervello, l'inquinamento in ufficio riduce le capacità cognitive

Guida Guida

L'inquinamento colpisce anche in ufficio: scopri i suoi effetti sul cervello e sulle capacità cognitive!

L'inquinamento minaccia la salute, e il problema non è limitato a quando si trascorre del tempo all'aperto.

Anche l'aria dell'ufficio può essere inquinata, e a rimetterci è anche il cervello

In uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspective i ricercatori della Scuola di Salute Pubblica di Harvard, della SUNY Upstate Medical University e dell'Università di Syracuse, negli Stati Uniti, hanno infatti dimostrato che lavorare in un ufficio dall'aria “viziata” è associato a riduzioni delle capacità cognitive che possono compromettere la qualità del lavoro.

Per studiare l'effetto dell'inquinamento indoor gli autori dello studio hanno valutato le capacità di prendere decisioni dei 24 partecipanti mentre lavoravano in un ambiente controllato.

In particolare, per 6 giorni tutti gli individui coinvolti hanno dovuto svolgere il loro usuale lavoro mentre i ricercatori li esponevano a diverse condizioni in cui ci si può trovare in un ufficio:

  • in presenza di concentrazioni elevate di composti organici volatili che si possono generalmente accumulare negli uffici;
  • in presenza di basse concentrazioni di composti organici volatili;
  • in condizioni in cui la ventilazione dell'ambiente era aumentata;
  • in presenza di livelli elevati di CO2.

Ne è emerso che in media le capacità cognitive raddoppiavano negli ambienti ventilati rispetto a quelle misurabili nelle condizioni standard normalmente presenti negli uffici.

Inoltre in presenza di basse concentrazioni di composti organici volatili le capacità cognitive sono risultate maggiori del 61%.

In particolare, i ricercatori hanno rilevato miglioramenti nelle aree:

  • della risposta alla crisi (+ 131% negli ambienti ventilati e + 97% negli ambienti a basse concentrazioni di composti organici volatili);
  • delle capacità strategiche (+ 288% negli ambienti ventilati e + 183% negli ambienti a basse concentrazioni di composti organici volatili);
  • dell'utilizzo delle informazioni (+ 299% negli ambienti ventilati e + 172% negli ambienti a basse concentrazioni di composti organici volatili).

Concentrandosi in modo più specifico sugli effetti della CO2 i ricercatori hanno invece scoperto che un suo aumento fino a livelli normalmente misurabili in ambienti chiusi portava a una riduzione di ben 6 delle 9 capacità cognitive testate.

Questi risultati”, commenta Joseph Allen, primo nome dello studio, “suggeriscono che miglioramenti anche modesti della qualità ambientale degli ambienti chiusi potrebbero avere un impatto profondo sulle performance dei lavoratori in termini di capacità di prendere delle decisioni”.

Foto: © Monkey Business – Fotolia.com
Fonte: Harvard School of Public Health 

Dispositivi anti-inquinamento

Oggi l'inquinamento indoor può essere tenuto sotto controllo anche attraverso apparecchi che misurano i livelli di polveri sottili, gas e altri parametri che possono esercitare un effetto sulla salute. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI