Come iniziare l'allenamento per il nuoto: respirazione

Guida Guida

Spesso il problema nell'iniziare l'allenamento per il nuoto è legato alla respirazione: scoprite come respirare correttamente!

Molto spesso nuotando in stile libero si incontrano difficoltà di coordinamento e resistenza: il problema può essere un errato stile di respirazione. Quando iniziate il vostro allenamento per il nuoto ponete particolare attenzione al respiro.

La respirazione nel nuoto è essenziale per avere la giusta resistenza e portare a  termine un allenamento performante.

La respirazione scorretta può portare a posizioni errate delle gambe e della schiena, incroci di gambe e braccia scoordinati.

Seguite i nostri consigli quando iniziate il vostro allenamento per il nuoto, per imparare la respirazione in modo perfetto.

- Il problema più comune dei nuotatori principianti e intermedi è la respirazione sott'acqua: espirare in acqua permette di rendere il ritmo più semplice, più naturale, più rilassante. Farete così  meno fatica a nuotare e a resistere a lungo!
- tenete la testa ferma, tra un respiro e l'altro: non ruotatela, mentre il corpo si muove. Concentratevi su un punto sul fondo della piscina, e muovete la testa solo per espirare fuori dall'acqua, tornando poi con la testa ferma sott'acqua.
- quando procedete nella nuotata, dovete creare un'onda, come quella che farebbe una barca. La forma dell'onda, ad arco davanti alla testa, presuppone che l'acqua è più bassa lungo i lati della testa. Se riuscite a respirare in quest'arco non avrete bisogno di sollevare la testa per inspirare.
- non sollevate la testa quando inspirate: le vostre gambe affonderebbero e fareste molta più fatica. Inoltre disturbereste l'onda intorno alla testa. Quando siete pronti a respirare, ruotate la testa per trovare il punto più basso dell'onda, e inspirate.
- non fate un'eccessiva rotazione della testa: quando inspirate, dovete guardare al vostro lato, non in alto. Il corpo si muoverebbe troppo lateralmente, e perdereste in equilibrio.Se vi fa male il collo mentre nuotate, è possibile che commettiate quest'errore, che affatica i muscoli del collo.
- una perfetta rotazione del corpo è un aiuto essenziale per la respirazione. Una volta che avete fatto la rotazione non dovete ruotare di molto la testa per respirare.
- imparate a respirare su entrambi i lati: imparare a respirare bilateralmente è un investimento che vi sarà utile per il resto della vostra vita da nuotatore.. Infatti questa tecnica aiuta a sviluppare una nuotata simmetrica: spesso succede che respirando solo da un lato avrete una scarsa rotazione del corpo e non riuscirete a nuotare in linea.
 

© StefanieB. - Fotolia.com
 

Cercate di concentrarvi molto sul respiro, è essenziale per nuotare bene, non stancarsi subito e non avere dolori a collo e schiea

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI