Come funziona il Mondiale di calcio

Guida Guida

Esperti di calcio a 360°
Fantagazzetta

Il Mondiale di calcio terrà impegnati i vostro uomini tutta estate: scopriamo qualche dettaglio in più su questa competizione tanto attesa!

La competizione calcistica per eccellenza, quella più attesa e che tiene incollati alla tv milioni di appassionati. Il Mondiale è il torneo che forse attira di più l’attenzione del popolo femminile. Non sono una gran competente, ma gli azzurri vanno sostenuti sempre e comunque (ma meno male che si giocano solo una volta ogni quattro anni, direte).

Come funziona questa competizione?

L'attuale formula della fase finale della coppa del mondo, adottata dal mondiale 1998, prevede la partecipazione di 32 squadre che si affrontano in un torneo della durata di circa un mese in un paese ospitante (quest’anno si giocherà in Brasile).

Ci sono due fasi della competizione: una a gironi seguita poi da una griglia ad eliminazione diretta. Nella fase a gironi le squadre vengono suddivise in otto gruppi di quattro nazioni ciascuno. In ogni raggruppamento ogni squadra gioca tre partite. Dal 1994, tre punti vengono assegnati alla squadra vincitrice, uno in caso di pareggio e zero per la sconfitta (precedentemente alla vittoria spettavano due punti).

Il piazzamento in classifica è determinato nell'ordine da: numero di punti, differenza reti e numero di reti segnate. Se due o più squadre, alla fine delle tre partite, risultano in parità sulla base dei precedenti criteri si procede a valutare la classifica avulsa, ovvero ancora: numero di punti, differenza reti e numero di reti segnate ma limitatamente ai match che riguardano le squadre interessate. Se la situazione di parità permane, si ricorre al sorteggio.

Il turno successivo prevede la creazione di un tabellone, a cui accedono le prime due di ogni girone, basato sul piazzamento nel gruppo. La fase ad eliminazione diretta prevede match di sola andata con la possibilità, in caso di pareggio dopo i tempi regolamentari, di tempi supplementari e, eventualmente, calci di rigore.

Le partite iniziano dagli ottavi di finale dove la vincitrice di ogni gruppo incontra la seconda classificata di un altro girone (si incrociano le squadre nel girone A e B, C e D e così via). Successivamente seguono i quarti, le semifinali, la finale per il terzo posto (nella quale si affrontano le perdenti delle due semifinali) e la finale. Siete pronte per incollarvi davanti alla tv dal 12 giugno?

Foto © nobeastsofierce - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI