Come imparare a fare yoga: asana in posizione supina. Il pesce.

Guida Guida

Matsyasana o posizione del pesce allunga i pettorali e il busto e rinforza il dorso.  

Matsyasana è la posizione del pesce: il dio universale Matsya compare nella tradizione indiana come reincarnazione di Visnu in forma di pesce.

La posizione del pesce è complementare a Paschimottanasana.

Matsyasana apporta grandi quantità di sangue ossigenato a testa e cervello, aumenta la capacità polmonare e allunga i muscoli del petto e rinforza quelli del dorso.

La posizione è impegnativa. Si può suddividere in due parti, la prima può essere accessibile a tutti ma la posizione avanzata è solo per chi pratica da tempo.

  • Mettetevi in posizione supina, sdraiate con i piedi in appoggio, le braccia lungo il corpo.
  • Portate le mani sotto i glutei, con i palmi verso il pavimento.
  • Ora distendete le gambe, tenendole unite con i piedi a martello.
  • Puntate i gomiti contro il pavimento, avvicinandoli tra loro, come per unirli dietro la schiena, sollevando la gabbia toracica.
  • Sostenete il busto con l e braccia, lasciando che la testa ricada all'indietro.
  • Avvicinate i gomiti e sollevate al massimo lo sterno, mentre allontanate le spalle dalle orecchie.
  • Provate a diminuire l'estensione del tratto cervicale, accentuando quella del tratto dorsale.
  • Portate il mento verso la gola, senza modificare l'appoggio della testa.
  • Sollevate il torace, contraete gli addominali.
  • Aprite il petto a ogni respiro; aprite gli occhi.
  • Mantenete la posizione da 5 a 15 respiri.

Questa è la posizione del mezzo pesce o Ardha Matsyasana. Per proseguire, dovete essere abbastanza allenate e praticare yoga da qualche anno.

  • Portatevi in Padmasana, o posizione del loto: mettete le mani sotto i glutei con il palmo a terra e distendete lentamente la schiena al suolo, appoggiando i gomiti e sostenendovi con le braccia.
  • Puntate i gomiti avvicinandoli dietro la schiena: sollevate così il torace rovesciando la testa all'indietro.
  • Mantenete per qualche respiro e proseguite nella posizione finale se non avete incontrato difficoltà.
  • Sfilate le mani da sotto i glutei e afferrate gli alluci, mantenendo l'appoggio sui gomiti.
  • Spostate gradualmente l'estensione dal tratto cervicale alla parte alta della schiena.
  • Mantenete la posizione fino a 10 respiri.
  • Per uscire dalla posizione allargate i gomiti e scendete lentamente con la schiena, portate le ginocchia al petto e appoggiate le mani sulle ginocchia. Dondolate a destra e sinistra con il busto, massaggiando la schiena.

 Foto Flickr Yogamama

La posizione del pesce è da evitare in caso di problemi al tratto cervicale ed ernie.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI