Come allenare gli addominali: via la pancetta!

Guida Guida

Se i muscoli addominali sono ben allenati e tonici, sarà più facile far scendere la pancetta, abbinando agli esercizi un programma alimentare ad hoc.

Avere addominali tonici e forti non è di per sè garanzia di una pancia piatta, ma di certo migliora la postura e l'equilibrio e riduce il rischio di lombalgie.

Lo dice anche Rossella Brescia, di recente diventata testimonial del programma Nestlè Fitness "1,2,3....pancia piatta!": per togliere la pancetta, è necessario combinare una corretta alimentazione, movimento ed esercizio fisico, e la giusta dose di relax mentale!

Ovvero, mangiare bene e fare esercizio fisico senza troppo stress, senza l'ansia da prova costume, ma con il sorriso sulle labbra, approfittando ad esempio delle belle giornate per fare lunghe passeggiate o corse nel parco.

Veniamo ora all'alimentazione: è fondamentale che sia corretta, per ridurre il grasso in eccesso. Esercitare solo gli addominali, infatti, non consente di bruciare sufficienti calorie per permettere una significativa riduzione del grasso.

 

La dieta ideale per sconfiggere le maniglie dell'amore e per ridurre la pancetta deve essere varia e bilanciata. Un buon apporto lipidico che privilegi i grassi insaturi, carboidrati complessi per dare energia, e tante vitamine.

 

Vanno ridotti gli alimenti che contengono troppi grassi e zuccheri semplici, sostituendo i carboidrati semplici con quelli complessi, i cereali integrali anzichè quelli raffinati. Quindi anzichè la pasta, meglio mangiare un piatto di legumi, e anzichè il pane bianco consumare quello integrale.

Introdurre la maggior quantità di cibi salutari è un ottimo modo per stare in forma, non solo per ridurre la pancetta: parliamo di cereali integrali, carne magra e pesce, latticini magri, frutta e verdura.

 

Si possono inoltre sfruttare alcuni elementi brucia-grassi come la caffeina e il guaranà, o i prodotti erboristici a base di arancio amaro, cacao, fucus, peperoncino che hanno proprietà "termogene", cioè aumentano il metabolismo basale, costringendo il corpo a bruciare più calorie anche a riposo.

L'allenamento corretto deve puntare a rinforzare i muscoli addominali, con esercizi dedicati, a terra o in palestra con i macchinari specifici. Bisogna inoltre alternare una buona attività aerobica, come ad esempio la corsa, l'interval training, il nuoto.

Tenete presente che il risultato non è facile da raggiungere e per avere buoni risultati, duraturi nel tempo, ci vorranno dai 3 ai 6 mesi di allenamento intenso: si inizierà con 5 sedute alla settimana, alternando giorni di lavoro aerobico ai giorni di allenamento specifico. Dopo circa otto settimane, si potranno associare allenamento aerobico ed esercizi specifici nella stessa seduta di allenamento.

 

Video: Addominali al parco!

La pancetta e le maniglie dell'amore non sono legate solo ai muscoli addominali poco allenati, ma in generale alla sedentarietà. Perciò dovrete fare più movimento, per bruciare più calorie e con esse il grasso in eccesso.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI