Donne scalatrici: Nives Meroi, quando l'amore s'intreccia alla montagna

Notizia Notizia

In compagnia di suo marito Romano Benet, è stata la prima donna a scalare tutti i quattordici monti da 8.000 metri senza l'uso di ossigeno supplementare.

Donne scalatrici: Nives Meroi, quando l'amore s'intreccia alla montagna

Nives Meroi è una delle icone dell’alpinismo mondiale. Ed è anche protagonista di una delle più belle storie d’amore che si possano raccontare, quella col marito Romano Benet, anche lui grande alpinista.

Nives e Romano sono stati la prima coppia a riuscire a scalare tutti i quattordici monti alti almeno ottomila metri nel mondo, senza l’uso di ossigeno supplementare e senza farsi aiutare dai portatori.

Ma probabilmente a Nives questa definizione non piacerebbe. Lei non ama l’alpinismo competitivo, l’alpinismo come corsa a chi arriva prima, che considera una visione troppo maschile della montagna.

Proprio per questo, in un’intervista all’Ansa, aveva annunciato: “L'alpinismo di oggi perde proprio le caratteristiche del gioco come lo intendiamo noi, ovvero esplorazione di sé stessi in contesti diversi. Il fatto che l'alpinismo himalayano femminile sia diventato una corsa con come unico obiettivo il risultato mi ha fatto decidere di non giocare più”. Hanno continuato dunque a scalare. Ma senza correre.

Nives e Romano hanno sempre scalato insieme, e hanno anche sempre saputo aspettarsi quando era necessario, anche quando era molto difficile: “Sono più di trent'anni che io e Romano andiamo in montagna insieme, e sappiamo che in quegli ambienti sei comunque solo. Siamo due solitudini che vanno su ognuna al suo passo, e ci ritroviamo alla fine. Romano sul Lhotse è arrivato in cima due ore prima di me, poi è stato lì al freddo ad aspettarmi”, raccontò in un’intervista allo scrittore Paolo Cognetti.

Ma anche Nives ha saputo aspettare Romano, quando lui ha scoperto di avere una grave malattia. “Dopo undici cime salite gomito a gomito, come potevo salire senza mio marito? Noi ci siamo sempre aiutati e pensiamo che gli amori, così come le grandi amicizie, si devono reggere su principi di mutualità reciproca. Arriva sempre il momento in cui uno dei due ha bisogno di un sostegno e fin dal primo momento, nonostante la grande opportunità, ho capito che il mio record lo dovevo conquistare nella vita”.

Così Nives ha aspettato e aiutato il marito e poi hanno ripreso la conquista degli altri Ottomila. Insieme. Come sempre.  

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI