Come imparare a correre: i primi passi

Guida Guida

Personal Trainer
Danilo Ridolfi

La tecnica di corsa, la scelta di un obiettivo realistico e le attenzioni necessarie al fisico per preservare la propria salute, sono alla base della corsa.

Sempre più persone si approcciano alla corsa per stare bene, dimagrire e ritrovare il piacere di muoversi. Spesso, però, ci si concentra solo su alcuni aspetti come tempi e progressione d’allenamento, tralasciando altri fattori fondamentali, quali la tecnica di corsa, la scelta di un obiettivo “realistico” (nei tempi e nelle modalità giuste) e le “attenzioni” necessarie al fisico per preservare la propria salute.

Attraverso questo piano di allenamento, impareremo insieme a correre in modo piacevole, fluido e armonico in modo da ottenere tutti i benefici derivanti dalla corsa in termini di salute, benessere e dimagrimento.

Dal punto di vista “tecnico” l’obiettivo sarà raggiungere un’ora di corsa continua, tre volte alla settimana. Possiamo identificare nella cadenza di tre allenamenti di un’ora ciascuno, un’ipotetica “divisione” tra la corsa per la salute, piacevole e rilassante, e quella “agonistica”, più impegnativa e potenzialmente “usurante” per il fisico. Questa divisione è un’indicazione di massima e ha notevoli differenze soggettive che un Diplomato I.S.E.F. o Laureato in Scienze Motorie potrà aiutarvi a determinare in base alla vostra genetica, al grado di allenamento, agli sport praticati precedentemente, ecc.

Per avvicinarci in modo corretto alla corsa iniziamo sfatando alcuni “falsi miti”

Tutti possono correre la maratona: falso! Correre la maratona non è un obiettivo che si può portare a termine con leggerezza, se non si è preparati adeguatamente si rischiano problemi fisici a livello cardiaco e articolare; inoltre, richiede tempo, una programmazione meticolosa e buonsenso.
La corsa fa bene: vero e falso! La corsa può aumentare il metabolismo basale, “liberare” la mente, ridurre lo stress, tonificare gli arti inferiori e molto altro ma senza una pianificazione precisa degli allenamenti, un’alimentazione corretta ed esercizi di stretching mirati, è uno sport che può “stressare” le articolazioni degli arti inferiori e della zona lombare.
La corsa fa dimagrire: vero! Se siamo nel nostro peso forma o quattro - cinque chili in eccesso, la corsa può essere un ottimo modo per dimagrire; al contrario, se siamo in forte sovrappeso la corsa deve essere necessariamente sostituita con la camminata sportiva o con il Nordic Walking, ottime alternative per consumare calorie e non stressare le articolazioni.
In breve tempo si possono correre lunghe distanze senza rischi: falso! All’inizio è importante non lasciarsi prendere dall’entusiasmo e non “bruciare” le tappe di adattamento fisico. Spesso, infatti, la sensazione di benessere indotta dall’esercizio fisico aerobico, porta ad aumentare i tempi di corsa e la cadenza settimanale “sovraccaricando” tendini e articolazioni. È fondamentale quindi rispettare le tempistiche corrette per poter progredire, migliorare e raggiungere l’obiettivo desiderato.
Non serve una visita medica per correre da soli: falso. La visita medico - sportiva con test da sforzo è un esame fondamentale per conoscere la condizione oggettiva di salute del nostro fisico e per capire se la corsa può essere, per noi, una risorsa, un mezzo da utilizzare “marginalmente” o al contrario da sostituire con altre attività meno intense.

Dopo aver sfatato queste leggende, possiamo iniziare il nostro percorso per imparare a correre in modo sano e “performante”!

photo credit: HckySo via photopin cc

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI