Cambio vita dopo la pensione: trasferirsi all'estero

Notizia Notizia

Secondo una ricerca di Monitor Allianz Global Assistance cresce tra i pensionati la voglia di abbandonare l'Italia per godersi la pensione all'estero.

Cambio vita dopo la pensione: trasferirsi all'estero

Il futuro preoccupa i pensionati italiani. Un terzo dei cittadini intervistati per una ricerca Monitor Allianz Global Assistance, associa la pensione a un tempo di difficoltà economiche. Il 26% degli intervistati però pensa a un'alternativa: cambiare vitatrasferirsi all'estero per dare più valore al proprio denaro durante la terza età.

Servizi e insoddisfazione sono in cima alle motivazioni del 12% di over65 che pensa di passare la propria vecchiaia all'estero.

La ricerca mostra che un costo della vita più basso (58%), meno tasse (26%) e la possibilità di godere di servizi migliori (21%) sono i principali motivi per cui gli italiani tra i 25 e i 64 anni vorrebbero trascorrere la pensione in un altro paese, preferibilmente dal clima favorevole (23%) come la Spagna.

Tra le mete favorite per una vecchiaia senza troppe pressioni economiche ci sono l'Est Europa (Romania, Bulgaria, Ucraina) alle realtà del Nord Africa (Algeria, Marocco, Tunisia) passando per destinazioni tipicamente esotiche come Costarica e Thailandia.

Ma il vero boom di pensionati lo hanno visto le Isole Canarie. Grazie agli inventivi fiscali per lavoratori e pensionati che vi si trasferiscono, questa località del Mediterraneo esercita un notevole fascino su chi vuole cambiare vita, grazie anche alle bellezze naturalistiche e possibilità di divertimento.

Qui il costo degli appartamenti si aggira sui 500 euro mensili. Il clima è accogliente per tutto l'anno. Una volta lì, l'Inps erogherà l'importo lordo della pensione e le Isole Canarie applicherà il proprio regime di tassazione, più basso rispetto a quello italiano.

Ma sembra che trasferirsi all'estero non sia l'unica cosa che interessa ai pensionati e futuri tali. Come dimostra in parte la storia di Heidemarie Schwermer, Anche i viaggi costituiscono una notevole spinta verso una vecchiaia poco stanziale e più avventurosa.

Infatti, il 40% nella fascia 25-64 anni dichiara di voler approfittare della pensione per scoprire e conoscere il mondo, viaggiando in sicurezza grazie a un'assicurazione nel 58% dei casi. Questa voglia di viaggiare cala al 27% tra gli over65, mentre rimane quasi immutata la percentuale di coloro che stipulerebbero una polizza (57%). 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI