Come affrontare il divorzio sotto l'aspetto psicologico

Guida Guida

I consigli per affrontare con più serenità e intelligenza le ripercussioni psicologiche di un divorzio.

La fine di un matrimonio lascia quasi sempre un senso di grande sconfitta interiore e personale. Ci si può sentire falliti, incapaci di aver saputo affrontare le difficoltà; per qualche tempo, subito dopo la separazione, si potrebbe avvertire un senso di profondo smarrimento.

Si tratta di una situazione certamente drammatica ma anche piuttosto logica: quando ci si lascia non si dividono solo le strade di due persone, c'è tutto un mondo da ricostruire, c'è un equilibro da recuperare e possono esserci gravi problemi economici da fronteggiare.

La fine dell'amore (e la conseguente separazione) possono giungere anche al termine di un periodo travagliato: se la coppia scoppia, infatti, può voler dire che prima di giungere alla rottura definitiva sono trascorsi periodi più o meno lunghi di litigi, ripicche, tensione, atteggiamenti da recita davanti a bambini – se la coppia ha dei figli.

Normale dunque che al momento definitivo, quando finalmente è stato posto un punto alla relazione e si sta cercando di voltare pagina, possano crollare addosso tutta la tensione, la rabbia e la frustrazione accumulate in precedenza.

E' in questo momento che bisogna esser brave a tenere duro e a non crollare psicologicamente.

Il disturbo post traumatico da stress resta costantemente in agguato in una situazione di questo tipo e sarebbe meglio tenerlo a distanza di sicurezza. Soprattutto se ci sono bambini da salvaguardare e problemi seri da risolvere: essere scarsamente lucidi a livello mentale non aiuterebbe affatto in tutto questo.

Il consiglio supremo è quello di non isolarsi: chiedete aiuto a chi vi sta accanto, cercate di comprendere che la fine di un amore non è un fallimento ma può essere il naturale decorso di un progetto che parte ma che poi è destinato a terminare prima di quanto ci aspettassimo.

E sappiate anche che è assolutamente normale sentirsi smarrite all'inizio: il tempo vi aiuterà a ritrovare voi stesse e il vostro equilibrio. La mente umana è fatta così: ha bisogno di tempo (di quanto è soggettivo) ma è in grado di assorbire e rielaborare quasi tutte le situazioni che viviamo.

Se la separazione appare difficoltosa, cercate di non aggravare le cose: se dall'altra parte vi è un minimo di collaborazione, tentate il tutto per tutto per gestire questo periodo in modo sereno ed intelligente.

Farsi la guerra non serve a nulla se non a farsi ancor più male l'uno con l'altro: un atteggiamento di questo tipo può risultare traumatico anche per i figli (qualora ne abbiate) nonché fortemente diseducativo, di pessimo esempio.

Foto © pressmaster - Fotolia.com

Come superare i disagi psicologici del divrozio

Smettete di credere di aver fallito e realizzate che tutto può avere una fine, anche un amore o un matrimonio che credevate indissolubili. Mantenere lucidità è assolutamente necessario, soprattutto se ci sono figli da salvaguardare.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI