Kim Kardashian e Kanye West vogliono avere un altro figlio

Guida Guida

Kim Kardashian si confessa e rivela le difficoltà superate per avere il primo figlio. E il desiderio di allargare ancora la famiglia.

Kim Kardashian è una donna sicura di sé e del suo corpo. Proprio grazie a questa sicurezza è riuscita ad ottenere tutto quello che voleva dalla vita, anche un figlio, quando molti medici le avevano assicurato che non ci sarebbe riuscita.

E invece, quando ogni speranza sembrava ormai perduta, Kim e suo marito, il cantante Kanye West, hanno scoperto di aspettare la loro primogenita North.

Una vera sorpresa per tutti. Nonostante la difficoltà nel restare incinta, Kim è stata molto sincera, dopo la nascita della piccola, nel dichiarare che in realtà i dolori del parto sono stati una cosa terribile “Che non auguro a nessuno”, salvo poi specificare che ovviamente alla fine ne è valsa la pena.

Un pensiero, sincero, che non le ha fatto perdere la voglia di avere altri figli. A pochi mesi di distanza dalla nascita di North, Kim ha dichiarato che sognava di avere un altro bambino. E a quanto pare lei e suo marito ci starebbero già provando. Non male come idea, se per lei è così difficoltoso restare incinta.

Ma naturalmente la Kardashian non si è scoraggiata: se il secondo figlio non dovesse arrivare, si è già detta pronta a sottoporsi a fecondazione in vitro. E non solo per un secondo figlio, visto che Kim, dopo la piccola North, vorrebbe un maschietto e anche un'altra femminuccia.

Insomma, una Kim Kardashian sicura di sé e determinata, che è riuscita a realizzarsi professionalmente ma anche all'interno della sua vita privata, diventando prima moglie e poi mamma felice. Niente a che vedere con la giovanissima Kim che si vergognava del suo corpo – così lontano dai canoni estetici stereotipati che andavano in voga quand'era un'adolescente.

Ad aiutarla a far crescere la sua autostima e a superare la difficile fase del rifiuto della propria fisicità, sarebbe stato suo padre Robert, il grande avvocato americano scomparso nel 2003.

Proprio grazie al suo supporto, Kim Kardashian avrebbe trovato la forza per fregarsene dei modelli imposti dalla società (“Sono cresciuta in un periodo in cui il modello da seguire era quello di una donna alta e magra come Cindy Crawford”) e di crearne uno tutto suo, costruito sul canone di bellezza di una donna dalle curve generose e burrose, che non ha timore di mostrarsi.

foto - Kim Kardashian

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI