Le 5 lezioni di bellezza che abbiamo imparato da Bridget Jones

Classifica Classifica

Ripassiamo le memorabili lezioni di bellezza che ci ha insegnato Bridget Jones, la single più simpatica e pasticciona della storia del cinema.

Impacciata, impulsiva, un po’ maldestra. Sempre alle prese con pasticci da risolvere e in perenne lotta con la bilancia. Ma capace di ridere delle proprie disgrazie, sperando sempre nel lieto fine.

Ognuna di noi può ritrovare in Bridget Jones, la single più divertente e pasticciona d’Inghilterra, un po’ delle sue paure, delle sue sfortune e dei suoi vizi.

Ecco le memorabili lezioni di bellezza che ci ha lasciato in eredità la celebre antieroina nata dalla penna di Helen Fielding.

Per non rimanere impreparate davanti a quell’insospettabile uomo col maglione a renna che ci farà la più bella dichiarazione d’amore della nostra vita.

Prendete nota.

5. La ceretta? Meglio lasciarla all’estetista

via GIPHY

Ci sono alcune cose che si dovrebbero lasciare ai professionisti, come la tinta biondo platino o la ceretta inguine.

4. Bigodini mon amour
 

via GIPHY

Bigodini in testa e aspirapolvere in mano per tonificare i muscoli delle gambe. Del resto, si sa, Bridget è una donna multitasking.

 3. W i mutandoni della nonna!

via GIPHY

 La generazione “Bridget Jones” sfoggia la sensualità così. Perché «Le possibilità di arrivare al dunque con un uomo aumentano quanto più sono brutte le mutande che si indossano». Parola di Bridget.

2. Il dress code

via GIPHY

Non fidatevi mai del dress code di un evento. Presentarsi ad un cocktail vestita da coniglietta di Playboy non è proprio il massimo ...

1. Il fazzolettino di seta

via GIPHY

Annodatelo sotto il mento come le first lady degli anni ’60 (ma occhio a non perderlo in Cabriolet come Bridget!). So chic…

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Bellezza e stile
SEGUICI