Come vestirsi in primavera per un matrimonio sotto la pioggia

Guida Guida

In primavera il tempo non è sempre affidabile: se siamo invitati a un matrimonio e le previsioni danno pioggia... Non disperare! Segui i nostri consigli!

L'invito c'era già, l'idea di sfoggiare qualche capo leggero pure: purtroppo la primavera è spesso imprevedibile e oscilla tra bel tempo e piogge improvvise e temperature più fredde della norma. Se devi andare a un matrimonio, ma non sai cosa indossare, segui i nostri consigli.

Colore e fantasie: "fai un dispetto" al brutto tempo, e scegli un abito colorato o a fantasia floreale.

Gioca con gli strati: vestirsi "a cipolla" è sempre la soluzione migliore. Non patisci freddo all'esterno e in chiesa (se il matrimonio è religioso, si sa, le chiese sono sempre un po' freddine) ma puoi togliere qualcosa se senti caldo durante il ricevimento.

Scarpe: bene le classiche decolleté chiuse in punta (per evitare i piedi bagnati che, si sa, non sono certo confortevoli... Oltre che a rischio raffreddore!).

L'idea in più: se indossi i pantaloni, osa una francesina stringata: più comode delle scarpe aperte, tengono più caldo e riparato il piede.

Gambe scoperte? Indossa i collant: molte dimenticano che vanno sempre indossate le calze per un'occasione formale.

Quindi scegli una calza tinta nudo ma diffida dai colori effetto "tropici", a meno che tu non abbia una carnagione scura e abbronzata: con un cielo senza sole, si noterebbe troppo lo stacco innaturale.

Infine gioca con gli accessori: un ombrello abbinato alla fantasia del vestito, o con un colore vivace a contrasto, o un copricapo particolare (che salva anche la piega).

Foto © paultarasenko - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Bellezza e stile
SEGUICI