Come scegliere i punti luce nella tua casa: alcuni consigli da Euroluce 2011

Se hai intenzione di visitare Euroluce, la manifestazione tutta dedicata alla luce, all’interno del Salone del Mobile 2011 avrai certamente l’occasione per ripensare a come sono dislocati i punti luci nella tua abitazione e, nel caso, potrai apportare delle migliorie.

Come scegliere i punti luce nella tua casa: alcuni consigli da Euroluce 2011

Se hai intenzione di visitare Euroluce, la manifestazione tutta dedicata alla luce, all’interno del Salone del Mobile 2011 avrai certamente l’occasione per ripensare a come sono dislocati i punti luci nella tua abitazione e nel caso potrai apportare delle migliorie.

La luce è sicuramente l’elemento più importante in grado di rendere un locale più o meno accogliente.

Grazie a una buona illuminazione puoi mascherare difetti, accentuare pregi e dare risalto ad opere d’arte o interessanti oggetti d’arredo. Per illuminare in maniera omogenea una stanza prediligi un tipo di luce diffusa, per concentrare la luce solo in alcune zone usa un tipo di illuminazione diretta, invece per se vuoi nascondere la fonte di luce e creare un effetto di luce uniforme adotta un tipo di illuminazione indiretta. Prediligi una tonalità di luce calda e cerca di organizzare i punti luce in modo che si crei una corretta  diffusione: ad esempio posiziona vicino al televisore una luce indiretta per non affaticare la vista; colloca una lampada alle spalle di una poltrona laddove sei solito leggere; usa una luce direzionata dall’alto per illuminare una libreria e i suoi scaffali e infine, nel bagno, evita di mettere la luce sopra allo specchio ma scegli di posizionarla lateralmente.

Ricorda che ogni locale richiede un tipo di illuminazione specifica a seconda delle attività che si svolgono al suo interno.

In cucina, luogo di lavoro ma soprattutto di convivialità, la luce deve essere accogliente: è consigliabile quindi posizionare una lampada sopra il tavolo e dei faretti sopra i piani di lavoro. Allo stesso modo, in una sala da pranzo, la migliore soluzione è rappresentata da una lampada sospesa sopra la tavola così da creare un unico punto luce concentrato e intimo: se il tavolo è rettangolare e lungo puoi mettere due lampadari gemelli oppure una serie di piccole luci ad altezze differenti. Nel soggiorno puoi posizionare una piantana alogena per creare una luce diffusa e disporre, ai lati del divano e delle poltrone, delle lampade con luci dai toni ambrati per creare un clima accogliente. Nelle camere da letto per favorire un’atmosfera riposante, oltre alla luce posizionata sul soffitto, si tende di solito ad usare abat-jours o applique per facilitare la lettura e … il sonno!

 

 photo by Johannes Mueller

Per illuminare quadri o sculture usa spot direzionalifaretti orientabili e diffusori, con lampade alogene o meglio ancora con luci a led che non scaldano e quindi non rovinano gli oggetti particolarmente preziosi e delicati.

Ti potrebbero interessare...
Facebook page
Twitter
Google+ page
Pinterest
Instagram