Come illuminare la zona lettura

Guida Guida

Scegli una buona illuminazione nelle zone dedicate alla lettura, solo così potrai garantire il massimo comfort ai tuoi occhi.

Alcune zone del soggiorno e della casa, come lo studio, sono dedicate alla lettura e alla scrittura: spesso si pensa che avere una luce diretta sul libro o la rivista che stiamo leggendo sia sufficiente per leggere, ma questo non significa che si riesca a leggere bene, senza affaticare gli occhi.

Non è dunque abbastanza avere una buona illuminazione sulla pagina del libro ma occorre garantire che la lettura sia agevole anche per diverse ore senza che si verifichi una stanchezza visiva.

E’ necessario pertanto prestare attenzione affinché le zone circostanti a quella dove si orienta lo sguardo, cioè sul libro, non risultino troppo in ombra, con una netta variazione di luminosità. Se così fosse invece, gli occhi si sforzerebbero troppo nello spostarsi dal libro alle zone più scure della stanza: l'iride infatti sarebbe costretto a dilatarsi e contrarsi per adattarsi alle differenti luminosità. Questi sforzi, se sommati anche alla messa a fuoco della pagina da leggere, produrrebbero un affaticamento visivo che è bene evitare.
E’ consigliabile dunque graduare il divario tra gli illuminamenti scegliendo una lampada, ad esempio un apparecchio a stelo con ampio diffusore, capace di offrire una buona illuminazione del libro, e che nel contempo permetta di illuminare anche le zone circostanti.
In alternativa si può utilizzare una combinazione di più lampade per poter garantire la massima quantità di luce sulle pagine del libro e una luminanza che diminuisce progressivamente nelle zone limitrofe.
 

photo I Love Libraries via photopin.com

L’illuminamento giusto

Sarebbe meglio mantenere sul libro un illuminamento compreso tra i 200 e i 300 lux.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI