In viaggio col gatto: 5 cose da sapere

Guida Guida

In treno, in auto o in aereo: consigli preziosi per viaggiare in tranquillità con il vostro amico a quattro zampe.

E’ un dato di fatto: il gatto non ama molto viaggiare. Micio, infatti, a differenza di Fido, è un animale piuttosto abitudinario e vive male i cambiamenti, soprattutto quelli di ambiente.

Non dimenticate quindi di portare con voi le sue ciotole, la sua coperta preferita, libretto sanitario e passaporto (se andate all’estero), qualche giochino tra quelli a cui è più affezionato. Se il viaggio è molto lungo, portate con voi il cibo che mangia abitualmente: non sono molti i gatti che accettano di buon grado di cambiare marca di croccantini.

Ecco come far sì che le vacanze siano rilassanti per noi, ma anche per il nostro piccolo amico felino.

LA SCELTA DEL TRASPORTINO
Il trasportino per gatti è uno strumento indispensabile per andare in viaggio con Micio. Sono molte le tipologie disponibili sul mercato: a gabbia, a visuale interrotta, di metallo, di plastica, di cartone o di morbida stoffa. Quale scegliere tra le tante? Noi vi consigliamo di scegliere un modello rigido in plastica, pratico e maneggevole, provvisto di una maniglia per il trasporto “a borsetta”, che consente di avere entrambe le mani libere e di un vano porta oggetti per avere tutto l’occorrente a portata di mano. Il modello perfetto? Il trasportino tour di Bama.

IL VIAGGIO IN AUTO
Il trasportino, chiuso e coperto con un telo, rappresenta il modo più sereno per viaggiare con il gatto in auto. Il micio, però, dovrà iniziare a socializzare con il box da viaggio sin da casa. Come? Iniziate a sistemarlo accanto al felino qualche mese prima della partenza, riponendo all’interno panni morbidi e giochini. Più il trasportino diventa un riparo “familiare” per il micio, più efficacie sarà l'effetto tranquillizzante che ne trarrà in auto. Assolutamente da evitare l’apertura della gabbietta in Autogrill o zone di sosta per "far sgranchire le gambe al gatto": potrebbe scappare spaventato, magari proprio in mezzo all’autostrada.

IL VIAGGIO IN TRENO
Su quasi tutti i treni nazionali i gatti possono viaggiare gratis dentro al loro trasportino nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie. Foderate il fondo del trasportino con del cartone e della carta assorbente per evitare che il gatto, se urina durante il viaggio, sporchi il sedile del treno. Ricordate di non lasciare mai la gabbietta esposta al sole.

IL VIAGGIO IN AEREO
Prima di partire informatevi su regole e costi per il trasporto del vostro amico a quattro zampe: possono variare da compagnia a compagnia. Generalmente i gatti possono viaggiare tranquillamente in aereo nel loro trasportino, a patto che non superi dimensioni e peso di un bagaglio a mano.

L’ALIMENTAZIONE
Spesso si commette l’errore di alimentare il gatto poco prima dipartire. Meglio non farlo, per evitare che possa vomitare. E’ consigliabile invece dare da bere e da mangiare a sufficienza al vostro micio almeno due ore prima della partenza, in modo tale da dargli il tempo di fare la maggior parte dei suoi bisognini.

Se il viaggio è molto lungo, sono preferibili pasti con il cibo secco. Assicuratevi che il vostro amico peloso viaggi ben idratato: tenete sempre a portata di mano dell’acqua fresca per permettere al gatto di bere e rinfrescarsi regolarmente.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI