Come conservare il vino in cantina

Guida Guida

Semplici consigli su come conservare nella maniera più opportuna il vino nella tua cantina. 

Tra i molti usi a cui è destinata la cantina, dal ripostiglio alla dispensa, dal magazzino al locale da laboratorio, vale la pena pensare di ripristinarla per l’uso originale e cioè la conservazione del vino: ma quali criteri bisogna seguire per conservare nelle migliori condizioni possibili questo prezioso prodotto?

Come i migliori intenditori sanno, il vino va conservato in un luogo fresco, umido, buio e silenzioso: proprio perché dotata di tutte queste caratteristiche, la cantina si candida ad essere il luogo migliore per ospitare i vini.

Per mantenere però, al meglio, tutte le sue proprietà organolettiche è necessario bandire dalla cantina tutte quelle altre attività e funzioni a cui di solito è destinata e cioè evitare di trasformare la cantina in un ripostiglio per vecchi oggetti o in un magazzino per scorte alimentari.
Per conservare in cantina il vino imbottigliato nel modo più opportuno, occorrono strutture apposite che tengano le bottiglie inclinate ma pur sempre in posizione orizzontale, inoltre bisogna evitare accuratamente di posizionare le bottiglie vicino a detersivi, saponi, cibi e alimenti che potrebbero emanare forti odori e tantomeno lasciarle in balia del fumo di sigaretta.
Occorre poi prestare attenzione alla temperatura, che deve essere rigorosamente fresca, e il livello di umidità che deve essere costante.
Particolare importanza riveste la condizione di oscurità in cui devono essere lasciate riposare le bottiglie di vino: mai dovranno essere illuminate direttamente dalla luce del sole o dalla luce artificiale perché questa potrebbe filtrare all’interno della bottiglia attraverso l’apertura e alterare le proprietà organolettiche del vino.
Vedrai che seguendo queste semplici regole potrai conservare al meglio i tuoi pregiati vini.

Foto © Minerva Studio - Fotolia.com

Attento agli allagamenti

Proteggi le bottiglie di vino da possibili allagamenti dovuti a infiltrazioni di acqua piovana o a perdite d’acqua dei piani superiori.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI