Risparmiare col conto corrente: come scegliere il più adatto

Guida Guida

Prima di aprire un conto corrente cerca di individuare quello più conveniente presente sul mercato: potrai risparmiare in modo significativo. 

Il conto corrente è un servizio che la banca offre per gestire la liquidità del cliente e con il quale è possibile eseguire varie operazioni come versamenti, bonifici e pagamenti di bollette.

Aprire un conto corrente è facile, più difficile invece è scegliere la banca e la tipologia di conto corrente.

Da un’accurata analisi delle proprie esigenze e dal confronto tra i principali prodotti finanziari offerti è possibile risparmiare in modo significativo sui costi del conto corrente. La prima cosa da fare è individuare la tipologia di correntista a cui appartieni, in particolare fatti le seguenti domande:

  • L’apertura del conto corrente risponde a bisogni individuali o ad esigenze legate alla famiglia?
  • Che tipo di operazioni finanziarie mensili tendo ad effettuare di più?
  • Preferisco aprire un conto corrente tradizionale o un conto online?
  • Intendo servirmi dell’uso di carta di credito, libretto degli assegni, bancomat?
  • Ho intenzione di addebitare bollette di gas, luce, telefono e ADSL sul conto corrente?
  • Avrò bisogno di servizi come cassetta di sicurezza, portafogli di investimento e dossier titoli?
  • Intendo tutelarmi con un fido per affrontare eventuali scoperti di conto corrente?

Se sai di dover fare parecchie operazioni, come molti bonifici o pagamenti di utenze, ti converrà optare per un conto corrente a forfait che implica un costo fisso ma permette un alto numero di operazioni comprese nel prezzo. Se invece le operazioni in un anno sono tutto sommato poche, ti converrà pagarle singolarmente dopo averne contrattato il costo. Tieni presente che esistono anche conti convenzionati e riservati a determinate categorie professionali come studenti, artigiani e liberi professionisti.
I tassi d’interesse a credito e a debito si possono e si devono contrattare, mentre lo stesso non vale per l’imposta di bollo poiché è una tassa pagata allo Stato e non alla banca. Cerca di aver chiari tutti i costi che la banca ti chiede per i vari servizi offerti e non vergognarti di chiedere spiegazioni finché non avrai le idee chiare.

photo Euro Banknotes via photopin.com
 

Consulta internet

Esistono diversi i siti internet accreditati che permettono di comparare i conti correnti e individuare quelli con maggiori vantaggi per il cliente.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI