Come orientarsi tra i vari contratti di lavoro

Guida Guida

Un elenco utile dei principali contratti di lavoro subordinato per potersi orientare più facilmente.

Non è facile avere le idee chiare sulle varie tipologie di contratto di lavoro subordinato: ne esistono circa una decina, senza contare i vari rapporti di lavoro parasubordinato e i molti casi di lavoro formalmente autonomo ma in sostanza subordinato.

Il lavoro subordinato è quel tipo di lavoro che prevede un assoggettamento gerarchico, disciplinare e organizzativo da parte del lavoratore verso il datore di lavoro.

Il lavoratore fa parte di un organico aziendale e svolge le proprie mansioni in orario stabilito in cambio di una retribuzione che non deve essere inferiore a quanto previsto dai contratti collettivi nazionali.

Per riuscire ad orientarsi in questa intricata giungla di contratti vediamo di elencare i più importanti:

  • Contratto di lavoro a tempo indeterminato
  • Contratto di lavoro a tempo determinato o a termine
  • Contratto di lavoro a tempo parziale o part-time
  • Contratto di somministrazione
  • Contratto di solidarietà
  • Contratto di formazione e lavoro
  • Contratto di lavoro ripartito
  • Contratto di apprendistato
  • Contratto di inserimento
  • Contratto di lavoro a progetto (co.co.pro)
  • Contratto di lavoro intermittente o a chiamata (job on call)
  • Contratto di lavoro interinale
  • Contratto di lavoro occasionale
  • Contratto di lavoro stagionale
  • Collaborazione con partita Iva
  • Coadiuvante familiare
  • Socio di cooperativa
  • Stage e tirocinio

Il contratto di lavoro a tempo indeterminato, cioè il cosiddetto posto fisso, regola ancora la maggior parte dei rapporti lavorativi anche se sta diventando sempre più un miraggio, soprattutto per le nuove generazioni.

Purtroppo le forme di lavoro atipiche o flessibile come gli stage, i tirocini e i contratti di collaborazione sono diventati una sorta di contratti di prova a lunga durata, non a caso più del 50% delle prime assunzioni dei giovani avviene con contratti di questo tipo.

Foto © apops - Fotolia.com

Tasso di disoccupazione

Il tasso di disoccupazione in Italia, registrato a luglio 2013, è pari al 12,0%. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI