Come scegliere il mutuo più adatto

Guida Guida

Consigli per orientarsi tra i vari mutui presenti sul mercato e trovare quello su misura per le tue esigenze. 

Trovare un mutuo adatto ai propri risparmi e ai propri scopi non è affatto facile: il mercato offre molte formule per venire incontro alle esigenze dei risparmiatori.

Accanto ai tradizionali mutui a tasso fisso e a tasso variabile si sono aggiunte nuove formule che rendono ancora più difficile orientarsi e scegliere.

Prima di individuare il mutuo più idoneo occorre capire che tipo di rischio si è in grado di affrontare: in particolare bisogna capire se sei una persona molto produttiva e disponibile a correre rischi pur di ottenere ciò che vuoi oppure se hai una bassa propensione al rischio e sei più orientato alla riflessione e alla sicurezza.

Una volta che si è compreso il proprio grado di rischio occorre informarsi il più possibile sulle offerte di mutuo della propria banca e anche delle altre dedicando un po’ di tempo a fare confronti di preventivi on-line.

Le forme di mutuo offerte sul mercato sono davvero molte, tra le principali possiamo ricordare:

  • Mutui a tasso variabile (Tv) mutui con tassi che variano a seconda del parametro di riferimento adottato (Euribor o Bce)
  • Mutui a tasso variabile con Cap (Tv Cap) ovvero il tasso massimo oltre cui non si può andare per il calcolo delle rate
  • Mutui a tasso variabile e rata costante (Tv rc) ovvero mutui che mantengono l’importo della rata sempre costante e trasferiscono sulla durata del mutuo le modificazioni del tasso
  • Mutui a tasso misto (Tm) ovvero mutui che hanno nel periodo iniziale un tasso fisso e poi passano a quello variabile
  • Mutui a indicizzazione mista (Tim) ovvero mutui che prevedono una combinazione tra mutuo a tasso fisso e tasso variabile
  • Mutui a tasso fisso (Tf) ovvero i mutui con rata che rimane fissa per tutta la durata
  • Mutui a rata crescente (Tf cresc, Tv cresc) ovvero mutui la cui rata aumenta progressivamente nel tempo secondo un piano d’ammortamento prestabilito
  • Mutui a rata decrescente (Tf decr, Tv decr) ovvero mutui la cui rata diminuisce progressivamente nel tempo secondo un piano d’ammortamento prestabilito
  • Mutui con tasso variabile con restituzione flessibile del capitale (Tv flex) ovvero mutui che prevedono il pagamento a cadenza mensile dei soli interessi maturati

Una volta individuata l’offerta di mutuo che ti è più congeniale recati in banca e richiedi il modulo Esis contenente le condizioni e il costo del finanziamento.

Quando confronti le varie offerte tieni sempre d’occhio oltre alle rate anche e soprattutto il Taeg (Tasso annuo effettivo globale), ovvero il costo reale del mutuo che include sia il Tan (tasso annuo nominale) sia tutte le spese accessorie, di perizia e d'istruttoria, previste per la sottoscrizione del mutuo.

Infine opta per il mutuo con lo Spread migliore: più è basso e minori saranno gli interessi da restituire sul mutuo.

foto © Eisenhans - Fotolia.com

Gli italiani e il mutuo

A causa della crisi e delle tasse gli italiani continuano a pagare i mutui più cari d’Europa.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI